Fiamme da Capalbio all’Elba. Paura a Roma per un rogo che ha devastato l’area a ridosso del Parco di Centocelle

Fiamme da Capalbio all’Elba. Paura a Roma per un rogo che ha devastato l’area a ridosso del Parco di Centocelle
Dalla tarda mattina di domenica i vigili del fuoco di Grosseto stanno intervenendo massicciamente nel territorio del Comune di Capalbio, Palude del Chiarone, al confine tra Toscana e Lazio, per un vasto incendio. Evacuato, a scopo precauzionale, il campeggio Costa Selvaggia. Per consentire le operazioni di soccorso ed evitare problemi agli automobilisti è stata interrotta anche la Statale Aurelia, mentre sono da registrare importanti rallentamenti anche sulla linea ferroviaria tirrenica.
“L’incendio, alimentato dal vento, si è subito diramato, sconfinando dalla Toscana nel Lazio: le fiamme, a quanto si è appreso dalla Protezione civile del Lazio, sono arrivate fino al territorio di Pescia Romana in provincia di Viterbo. Da quanto si apprende per ora sono stati evacuati oltre al campeggio Costa Selvaggia in località Pescia Romana, è stato necessario evacuare anche uno stabilimento balneare, l’ Ultima spiaggia, la pineta in fiamme è proprio alle sue spalle. Al momento le fiamme hanno distrutto solo la macchia mediterranea. Le operazioni di spegnimento sono rese difficoltose dal forte vento che sta soffiando in quella zona e sul resto della Maremma. I roghi stanno poi interessando anche alcune aree dell’isola d’Elba, dove è stato necessario lo sgombero immediato di alcune abitazioni e residenze di campagna. Decine gli uomini dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile in campo per evitare il peggio. Allarme anche a Roma, nell’area dell’Aeroporto di Centocelle, a sud-est della Capitale dove le fiamme hanno disperso nell’area una imponente nuvola di fumo che ha avvolto i quartieri del Quadraro, della stessa Centocelle e di Tor Pignattara. A precederla due forti esplosioni udite distintamente e segnalate dai residenti della zona. Il “botto” è dovuto, secondo quanto riferito dai carabinieri presenti sul posto, ad alcune auto andate a fuoco in un autodemolitore. Da qui poi ha avuto origine l’incendio, con l’altissima nuvola di fumo nero visibile da molte zone.  Sul posto i vigili del fuoco e i carabinieri della compagnia Casilina. 
La zona dell’incendio è quella all’interno del Parco di Centocelle, nei pressi dell’Aeroporto Baracca. Un’area dove insistono diversi demolitori, a ridosso dei quartieri Quadraro, Tor Pignattara e Vigne Alessandrine. Più volte, nei giorni scorsi i residenti della zona avevano denunciato lo stato di degrado ed abbandono dell’area, senza però essere ascoltati.