Piazza Loggia. Brescia. Massimo Cervellini (SI): ‘Un mai più non retorico con l’impegno di oggi e per il futuro’

Piazza Loggia. Brescia. Massimo Cervellini (SI): ‘Un mai più non retorico con l’impegno di oggi e per il futuro’

‘Nel rivolgere un pensiero a tutte le vittime e in particolare a Manlio Milani, che nella strage perse la moglie, vorrei ricordare la straordinaria tenacia civile da parte dei familiari e delle forze democratiche, che è rimasta salda anche nei momenti più terribili fino ad arrivare alla sentenza di condanna, seppure di due soli autori, in vita, della strage. Questo ci indica l’impegno da profondere a partire da questa sentenza, di fronte all’incapacità evidente ancora oggi: nonostante una condanna in appello, dopo che figure-chiave dello Stato risultarono colluse con organizzazioni eversive volte a colpire le istituzioni democratiche, non è stato adottato alcun provvedimento cautelare, anche banale, come il divieto di espatrio o il ritiro del passaporto. Tant’è vero che poche ore fa uno dei due condannati (Tramonte) è stato arrestato a Fatima’. Lo ha detto il senatore di Sinistra Italiana Massimo Cervellini, commentando in Aula del Senato la sentenza sulla strage di Brescia.

‘Questo ci porta alla responsabilità di fare oggi tutto ciò che ancora resta da compiere. Va interrotta per sempre quella catena che diede ordine al Comando dei Vigili di pulire piazza della Loggia con pompe idrauliche per eliminare indizi prima dell’arrivo della magistratura. Se vogliamo onorare le vittime e i familiari di tutte le tante, troppe stragi che hanno costellato quegli anni, dobbiamo impegnarci in maniera rigorosa a far sì che mai più possa verificarsi alcun atto violento ai danni di un consesso sociale e associativo, che mai più i vertici dello Stato siano collusi scientemente ad organizzazioni criminali e complotti. Un mai più non retorico con l’impegno di oggi e per il futuro’.

Share