Londra. Tre attentati nel giro di due ore. Sul London Bridge un van ha falciato una ventina di persone. L’autista ha poi accoltellato altri passanti. A Borough Market stessa dinamica, e poi a Vauxhall. La BBC parla anche di morti

Londra. Tre attentati nel giro di due ore. Sul London Bridge un van ha falciato una ventina di persone. L’autista ha poi accoltellato altri passanti. A Borough Market stessa dinamica, e poi a Vauxhall. La BBC parla anche di morti

Secondo testimoni citati dal Daily Mail almeno 3 persone sarebbero scesi dal furgone bianco che ha investito almeno 20 persone sul London Bridge alle 22.30 locali (le 23e30 in Italia). I tre  hanno usato lunghi coltelli da cucina con cui hanno accoltellato i passanti, almeno 7 secondo un bilancio ancora del tutto provvisorio e al momento non confermato da Scotland Yard, la quale però attorno all’una ora italiana confermava, secondo la BBC, la morte di alcune delle persone accoltellate. La polizia ancora non è riuscita a catturare, prosegue il Mail, nessuno dei sospetti terroristi. Il pulmino avrebbe le insegne di una lavanderia e avrebbe zizagato sul London Bridge apparentemente con lo scopo di colpire il maggior numero di passanti.

Testimoni citati dall rete Sky News riferiscono di aver udito esplodere diversi colpi d’arma da fuoco subito dopo che il pulmino bianco è salito a tutta velocità sul marciapiede del London Bridge ed ha investito almeno una ventina di persone. La polizia sarebbe intervenuta circa 10 minuti dopo i primi colpi. La dinamica ricorda quella dell’attentato del 22 marzo scorso al Palazzo di Westminster dove un uomo, Khalid Massod, uccise 5 persone percorrendo a tutta velocità il Wesminster Bridge con un’auto a noleggio, travolgendo i pedoni, per poi schiantarsi contro il cancello del Parlamento. La polizia ha chiuso la stazione della metro di London Bridge e ha isolato l’area in una sorta di deja vu di quanto visto il 22 marzo scorso.

Un attacco con coltellate è stato segnalato nel corso della notte anche nella zona di Borough Market, a Londra, dove la polizia risulta essere intervenuta e aver aperto il fuoco. Lo riporta la Bbc, senza poter precisare se nell’episodio siano coinvolte le stesse persone che hanno agito a London Bridge. Agenti in azione, inoltre, pure nella zona di Vauxhall Bridge, sempre nel centro di Londra. Nella zona di Borough Market è stata segnalata la presenza di un van bianco con “i segni di un incidente” che si ritiene essere quello usato nell’episodio di London Bridge. Lo riferiscono diversi media britannici, lasciando intendere quindi che le persone a bordo, dopo aver agito nella zona del celebre ponte, possono essere riuscite ad allontanarsi prima di abbandonare il mezzo. La ricostruzione tuttavia non è confermata e altre fonti sostengono che in realtà il pulmino sia stato abbandonato sullo stesso London Bridge. A Borough Market la polizia è comunque in azione, come confermato da Scotland Yard, in quella che appare una caccia all’uomo.

Share