Al voto 9 milioni di italiani per eleggere i sindaci. Affluenza alle ore 23, 60,17%, 6 punti in meno sul 2012. In Francia, legislative, calo vistoso della partecipazione, appena al 40,7% alle ore 17. Primo Exit polls, Macron al 32%

Al voto 9 milioni di italiani per eleggere i sindaci. Affluenza alle ore 23, 60,17%, 6 punti in meno sul 2012. In Francia, legislative, calo vistoso della partecipazione, appena al 40,7% alle ore 17. Primo Exit polls, Macron al 32%

Il dato nazionale dell’affluenza alle urne per le elezioni amministrative, alle ore 23, è al 60,17%. Tra i quattro capoluoghi di regione, Genova ha un’affluenza del 48,38; Palermo del 52,58; Catanzaro del 72,50% e l’Aquila del 47,10%.  Curiosamente, il Viminale ha corretto il dato di Genova per ben tre volte, facendo sbandare elettori, agenzie di stampa, quotidiani online e ovviamente i candidati sindaci, che si sono precipitati a chiamare al voto i cittadini di Genova. All’inizio il dato del Viminale era del 5%, poi è stato corretto al 7,43%, e infine, ma molto tardi, ha rettificato al 16.10 il voto.

L’affluenza nelle città capoluogo alle ore 23 è stata rispettivamente: Alessandria 55,58%, Asti 57,43, Belluno 50,25, Como 49,12, Cuneo 58,76, Frosinone 72,47, Gorizia 57,90, La Spezia 55,34, Lecce 70,15, Lodi 60,18, Lucca 33,33, Monza 51,92, Oristano 42,06, Padova 60,77, Parma 53,68, Piacenza 56,39, Pistoia 55,62, Rieti 72,45, Verona 58,93, Taranto 58,52, Trapani 58,94.

In vistoso calo l’affluenza alle urne in Francia. Primo Exit Polls: Macron stravince col 32%

Alle ore 17, la partecipazione al voto per il primo turno delle elezioni legislative francesi si attesta al 40,7%, una cifra di molto inferiore a quelle registrate del 2012 e nel 2007. Nel 2012, alla stessa ora votò il 48,31% e nel 2007 il 49,28%. Continua dunque la tendenza già osservata a mezzogiorno quando ha votato il 19,24% degli aventi diritto. L’astensione finale, secondo gli esperti, potrebbe attestarsi addirittura attorno al 50%, e sarebbe un record storico negativo nella storia del Quinta Repubblica. I 67.000 seggi elettorali resteranno aperti fino alle ore 18, tranne che per i grandi centri urbani, dove si voterà fino alle ore 20.

Secondo il primo Exit Polls di Ipsos-Sopra Steria per France Televisione e Radio France, i candidati di En Marche! di Emmanuel Macron otterrebbero il 32,2% dei voti, davanti ai Republicains al 21,5%, al Front National al 14%, a France Insoumise di Melenchon, all’11%, e ai socialisti al 10,2%. Il Partito comunista otterrebbe il 3% come i Verdi-Ecologisti.

Share