Sventato dalla Polizia a Roma un nuovo caso Tiziana Cantone

Sventato dalla Polizia a Roma un nuovo caso Tiziana Cantone
Poteva trasformarsi in un nuovo caso Tiziana Cantone, la 31enne di Mugnano, in provincia di Napoli, che il 13 settembre si è tolta la vita dopo essere finita nel tritacarne per immagini porno che la vedevano protagonista. Invece per una 30enne romana “stalkizzata” e ricattata dall’ex con un video dal contenuto pornografico, la gogna è stata evitata grazie all’intervento della polizia.
La vicenda è iniziata quando un 28enne romano, T.E., si è trasformato in uno stalker a seguito dell’interruzione della sua relazione amorosa con una donna di 30anni, avvenuta circa due mesi fa. La donna esasperata dalle continue violenze e minacce telefoniche da parte del suo ex compagno, si è presentata negli uffici di Polizia del commissariato “San Paolo”, per sporgere denuncia.
Agli investigatori ha raccontato che, finita la relazione, l’uomo ha continuato imperterrito a terrorizzarla, e in più occasioni si è fatto trovare sul luogo di lavoro. E’ arrivato, addirittura, ad inviare al suo indirizzo, foto di donne sfregiate dall’acido.
La vendetta dello “stalker” non ha avuto limiti, quando ha inviato ad amici e parenti e alla mamma della giovane, un video intimo girato a sua insaputa. La Squadra di Polizia Giudiziaria, diretta da Massimiliano Maset, che da tempo ha seguito le indagini su questa vicenda, ha richiesto alla competente A.G. l’emissione di una misura cautelare personale nei confronti dell’uomo, al fine di tutelare l’incolumità della giovane donna e della sua famiglia. L’incubo per la ragazza è così terminato, T.E., infatti, è stato arrestato e condotto presso il carcere, dove allo stato attuale è detenuto.