Roma si blinda per l’arrivo di Donald Trump. Mercoledì udienza dal papa e incontro con Mattarella e Gentiloni

Roma si blinda per l’arrivo di Donald Trump. Mercoledì udienza dal papa e incontro con Mattarella e Gentiloni

Una Roma blindata aspetta Donald Trump. Un piano di “massima sicurezza” è stato messo a punto per la visita del presidente degli Stati Uniti, con misure di sicurezza elevate nelle zone in cui passerà il presidente degli Stati Uniti. Le sedi istituzionali e gli obiettivi considerati sensibili, come Vaticano e Quirinale, dove Trump si recherà sono già altamente presidiati. Nelle aree circostanti sono previste interdizioni al traffico, controlli e bonifiche (con divieto di sosta e parcheggio, rimozione cassonetti) anche con artificieri e unità cinofile. Stessi divieti di parcheggio e fermata e possibili disagi alla circolazione con chiusura al traffico di alcune strade ai Parioli, nella zona di Villa Taverna. La “Green Zone” comprende piazza della Repubblica, Villa Borghese, viale delle Belle Arti, centro storico (escluso Trastevere e Campo de Fiori) piazza Navona, piazza Venezia, Circo Massimo, Fori Imperiali e Colosseo.

Rigide le misure di sicurezza in corso all’aeroporto di Fiumicino, dove nel tardo pomeriggio è atteso l’arrivo di Donald Trump. Già da alcuni giorni sono state bonificate non solo l’intera area della cargo city, dove si fermerà l’Air Force One, ma anche le strade attraverso le quali passerà il lungo corteo presidenziale. Mobilitate le forze dell’ordine di stanza al Leonardo da Vinci, con pattuglie della polaria, e carabinieri e della finanza che stanno perlustrando l’intero perimetro aeroportuale. Tiratori scelti sono appostati sulle terrazze delle aerostazioni e degli edifici che ospitano il settore delle merci, mentre a terra sono state predisposte pattuglie supportate da unità cinofile antiterrorismo. Meticolosi, sia da parte degli agenti della polizia di frontiera, degli artificieri sia degli addetti della sicurezza Usa, i controlli cui vengono sottoposti giornalisti, cameramen e fotografi accreditati a seguire le fasi di arrivo del presidente Usa.

Share