Roma. I sondaggi fanno precipitare la Raggi. I romani la bocciano. E’ già finita la luna di miele e la rivoluzione con il M5s e la sindaca dovrà anche partecipare, come testimone di difesa, al processo di Raffaele Marra

Roma. I sondaggi fanno precipitare la Raggi. I romani la bocciano. E’ già finita la luna di miele e la rivoluzione con il M5s e la sindaca dovrà anche partecipare, come testimone di difesa, al processo di Raffaele Marra
A quasi un anno di distanza dalle elezioni che decretarono la vittoria del M5S a Roma e che portarono Virginia Raggi alla guida della città, i romani fanno pollice verso al sindaco e alla sua giunta. Secondo un sondaggio di Index Research la capitale non sta meglio di un anno fa: rifiuti e trasporti in cima alla lista dei servizi che sarebbero addirittura peggiorati. Per i romani nessuno dei temi che riguardano la qualità della vita dei cittadini sono migliorati: in particolare, sono peggiorati la gestione dei rifiuti per il 56,8% degli intervistati, il sistema dei trasporti per più della metà. Per sei romani su 10 sono rimaste tali e quali la gestione delle politiche sociali e della sicurezza così come la capacità di rendere trasparente l’amministrazione e di eliminare gli sprechi.
 
I cittadini romani non percepiscono il cambiamento promesso dal movimento di Grillo
 
Natascia Turato, direttore di Index Research spiega: “I cittadini romani non percepiscono il cambiamento promesso dal Movimento Cinque Stelle, la rivoluzione tanto attesa fino ad oggi non c’è stata secondo la nostra rilevazione”. Ma quello che è ancora peggio, nella prospettiva, è che, fino ad ora, alla Raggi tutto era concesso e perdonato, in fondo eredita una situazione vecchia e che arriva dal passato remoto e recente. Oggi, di fronte all’inconcludenza dell’Amministrazione, che non riesce a mettere a segno neppure parzialmente un solo punto del programma ‘venduto’ ai romani, Raggi potrebbe essere travolta proprio dalla rivoluzione proposta ai romani. Il sondaggio, come detto, mette in luce tutti gli aspetti che stanno più a cuore ai cittadini di Roma. I miracoli per pulire Roma non convincono, perché l’emergenza resta dietro l’angolo. La gestione della mobilità e del trasporto pubblico è la stessa, anzi peggiorata, che aveva lasciato il Commissario Tronca. Infine, vista la penalizzazione personale sulla figura della Sindaca, non emergono neanche figure alternative dell’Amministrazione in grado di dar respiro alla Giunta ed alla maggioranza 5Stelle.
 
Le opposizioni vanno all’assalto. Silenzio imbarazzato della maggioranza
 
E’ chiaro che di fronte a quanto sfornato dalla Index, le opposizioni, non hanno mancato occasione di calciare più di un calcio di rigore, in porta, naturalmente la Raggi, che, purtroppo per lei, non è riuscita ad intercettare nessuno dei tiri. Anzi, dopo i penalty di Index e dei politici dell’opposizione, ha preferito tacere. Eccone comunque alcuni di questi commenti, li riportiamo per dovere di cronaca, evidenziando anche che nessun esponente della maggioranza ha preso carta e penna o una semplice tastiera di Pc, per difendere la Virginia capitolina. Abbandonata? Sicuramente no.
 
La Raggi chiamata a testimoniare (dalla difesa) nel giudizio dell’ex braccio destro Raffaele Marra
 
Ma tra i 5 stelle già si guarda avanti e si pensa al processo, dove la Raggi è stata chiamata a testimoniare dal suo ex braccio destro sul Colle, quel Marra, che sembrava esser finito in archivio e che, invece, nella giornata di venerdì si è manifestato come un altro incubo. Non è ancora chiara la strategia processuale, ma, di fatto, Marro, ha citato nella lista di 23 testimoni, proprio la sindaca ed in sua difesa. Marra, lo ricordiamo, è imputato per corruzione, per una maxitangente da 367mila euro avuta in dote dall’immobiliarista Sergio Scarpellini. Questo passaggio processuale potrebbe creare nuovi problemi in Campidoglio, visto che Marra è stato difeso in più occasioni dalla Sindaca, ma da sempre ha ricevuto ostilità dalla componente del M5S dei duri e puri.
 
Pedica : “Finita la luna di miele di Virginia Raggi con la Capitale”
 
Ecco, comunque, in chiusura le valutazioni di alcuni esponenti di rilievo delle opposizioni sul sondaggio Index. “La luna di miele di Virginia Raggi con la Capitale è finita. A quasi un anno dalla sua elezione, i romani hanno scoperto il grande bluff dei Cinquestelle”. È quanto afferma in una nota Stefano Pedica del PD.  “Dal sondaggio Index Research – sottolinea Pedica – viene fuori una pesante bocciatura per Raggi. Rifiuti e trasporti rispetto a un anno fa sono peggiorati e Virginia pensa invece alla funivia. Si dia da fare e non perda altro tempo, altrimenti se non è capace di fare il sindaco abbia il coraggio di dirlo”.
 
Pelonzi : “Svelato il bluff M5s di incompetenza e incapacità”
 
“Sondaggio romani su #Raggi in trasporti, rifiuti peggio di sempre! Dopo 1 anno svelato bluff M5S di incompetenza e incapacità”. Così, lo riferisce una nota, su Twitter il consigliere comunale Pd Giulio Pelonzi.
 
Piccolo: “Pensavamo fosse amore invece era un calesse…”
 
“Sondaggio Index su un anno di #Raggi: risultato catastrofico. I romani: ‘Pensavamo fosse amore invece era un calesse’…”. Così, lo riferisce una nota, su Twitter il consigliere comunale Pd Ilaria Piccolo.
 
Palumbo: “Raggi rimandata a settembre? No, direttamente bocciata”
 
“Pagella operato di un anno della #Raggi a #Roma.Giudizio dei romani : rimandata a settembre? No direttamente bocciata”. Così, lo riferisce una nota, su Twitter il consigliere comunale Pd Marco Palumbo.