Giro. Quarta tappa da Cefalù all’Etna. Nibali ci prova. Ma il vento lo ferma. Tappa a Jan Polanc. Maglia rosa a Jungels. Italiani ancora a secco

Giro. Quarta tappa da Cefalù all’Etna. Nibali ci prova. Ma il vento lo ferma. Tappa a Jan Polanc. Maglia rosa a Jungels. Italiani ancora a secco

Vincenzo Nibali c’è. Sull’Etna ci ha provato a staccare tutti. Ma non ce l’ha fatta. Il vento  che tirava forte non consentiva fughe in solitaria. L’importante è che ci abbia provato. Domani passerà vicino a casa sua, chissà che non ci provi di nuovo anche se la tappa non è proprio di quelle che lui preferisce. Ma il tifo, il calore con cui i siciliani lo hanno accolto, potrebbero spronarlo a riprovarci subito. Non tanto a vincere quanto a staccare i suoi avversari più temibili, Quintana in primo luogo. La tappa che nella parte finale affrontava l’Etna dal versante più duro di Nicolosi, 18 km con punte del 12%, ma anche  l’ascesa al GPM di Portella Femmina Morta, ha visto primeggiare lo slovacco Jan Polanc che era andato in fuga insieme all’italiano  Alafaci, il sudafricano Janse Van Rensburg, al russo Pavel Brutt che ogni giorno tenta la fuga. Che Nibali avesse voglia di far vedere che lui c’è lo si è visto subito quando ha dato l’incarico di mettersi alla testa del gruppo per non consentire ai fuggitivi di prendere il largo con un distacco che poteva diventare irrecuperabile. Nibali aveva preparato con cura la tattica. Parte quando mancano due chilometri al traguardo, riesce a prendere qualche decina di metri ma  il vento  non gli consente di procedere da solo. Il gruppetto si ricompone e procede a ventaglio. La salita  gioca a favore di Quintana. Un suo gregario, Amador, riprende lo “squalo” e Polanc ce la fa ad andare da solo al traguardo seguito dal russo Zakarin che si era mosso troppo tardi. Nibali c’è ed è una notizia importante ma ancora gli italiani non si sono fatti vedere.

 ORDINE D’ARRIVO

  1. Jan Polanc (Slo/UAE Team Emirates) 4:55:58″;
  2. Ilnur Zakarin (Rus/Katusha) +19″;
  3. Geraint Thomas (Gbr/Team Sky) +29″;
  4. Thibaut Pinot (Fra/FDJ) s.t.;
  5. Dario Cataldo (Ita/Astana)
  6. Tom Dumoulin (Ola/Sunweb) s.t.;
  7. Bob Jungels (Lux/Quick-Step) s.t.;
  8. Adam Yates (Gbr/Orica) s.t.;
  9. Bauke Mollema (Ola/ Trek) s.t.;
  10. Vincenzo Nibali (Ita/Bahrain) s.t.

CLASSIFICA GENERALE

1.Bob Jungels (Lux/Quick-Step) 19:41:56″;

  1. Geraint Thomas (Gbr/ Team Sky) +6″;
  2. Adam Yates (Gbr/Orica) +10″;
  3. Vincenzo Nibali (Ita/ Bahrain) s.t.;
  4. Domenico Pozzovivo (Ita/AG2R) s.t.;
  5. Nairo Quintana (Col/Movistar) s.t.;
  6. Tom Dumoulin (Ola/ Sunweb) s.t.;
  7. Bauke Mollema (Ola/Trek) s.t.;
  8. Mikel Landa (Spa/Team Sky) s.t.;
  9. Thibaut Pinot (Fra/FDJ) s.t..