Una Pasqua con l’incubo terrorismo. Migliaia di donne e uomini impiegati nella difesa dei luoghi simbolo di Roma. L’allarme dei Servizi israeliani

Una Pasqua con l’incubo terrorismo. Migliaia di donne e uomini impiegati nella difesa dei luoghi simbolo di Roma. L’allarme dei Servizi israeliani
La tensione internazionale ed i recenti attentati che si sono consumati nel nord Europa, hanno fatto scattare lo stato di allerta massima anche nella capitale, dove nelle prossime ore e nella giornata di Pasqua si celebreranno i riti religiosi legati a questa festa che è al pari del Natale ed è una delle architravi della religione cattolica. L’allerta e il livello dell’attenzione è ai massimi livelli. Anche i servizi segreti israeliani hanno preavvertito, con informative, così come avevano già fatto nel recente passato, il nostro ministero degli Interni. Il rischio di un attacco alla Città del Vaticano è considerato dal Mossad e anche dall’intelligence americana (Cia) una priorità dello Stato islamico. Non esistono, come nel passato ‘segnali concreti di rischio e progettualità in corso’, ma le antenne dei nostri servizi, unite a quelle degli alleati della Nato, non sono state mai così attente. Come scritto ieri le attività di prevenzione sono state moltiplicate. I luoghi simbolo e non solo, sono avvolti da una cortina di servizi mirati alla identificazione di possibili attentatori. Tutta l’area esterna alla Basilica di San Pietro è stata in queste ore bonificata e la stessa cosa è avvenuta anche nelle altre Basiliche di Roma. Particolare attenzione per i cosiddetti ‘soft target’, obiettivi sensibili minori ma ad altissima frequentazione, come i luoghi di culto simbolici e periferici, da sempre monitorati dalle forze dell’ordine, ma privi dei filtri che sono riservati ai più imponenti e storici luoghi di celebrazione religiosa. Ci saranno anche pattuglie di carabinieri a cavallo, a piedi e con auto elettriche impiegate nelle aree verdi della capitale nel piano straordinario di controllo del territorio pianificato dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Roma per garantire sicurezza a tutti i cittadini di Roma e Provincia in occasione delle festività pasquali.
 
Monitorati tutti i parchi della città, abituali luoghi di frequentazione di turisti e romani
 
Le pattuglie del 4° Reggimento Carabinieri a cavallo, già quotidianamente impiegate dall’inizio della primavera, nei parchi pubblici, verranno intensificate in occasione del prossimo fine settimana a Villa Borghese, Villa Ada e Villa Doria Pamphili, abituali luoghi di frequentazione a Pasqua per migliaia di cittadini e turisti. Così come a cavallo, i carabinieri saranno presenti nei parchi anche con pattuglie a piedi e a bordo di auto elettriche con compiti di vigilanza, al fine di garantire una permanenza serena alle persone che desidereranno usufruire delle aree pubbliche attrezzate, contrastando eventuali illeciti e degrado.
 
Grande attenzione e controlli stringenti per le stazioni, le metro, i mezzi pubblici ed il litorale romano
 
Oltre le aree verdi, il centro storico della capitale, le stazioni nevralgiche della metropolitana, i mezzi pubblici, il litorale romano, le località collinari e montane, i luoghi maggiormente frequentati dai turisti, sono le zone che saranno maggiormente sorvegliate dal piano di controllo del Comando Provinciale dei Carabinieri di Roma che prevede l’impiego di circa 800 militari dei Gruppi di Roma, Ostia e Frascati, coadiuvati dalle “gazzelle” e dai motociclisti del Nucleo Radiomobile per assicurare una fitta rete di controlli su tutte le aree del territorio.
 
Sotto stretta sorveglianza il centro storico della capitale
 
Nel centro storico della capitale, presso le aree basilicali, le stazioni nevralgiche della metropolitana, luoghi maggiormente frequentati da turisti, che si prevedono in gran numero, saranno in atto i dispositivi preventivi antiborseggio. Pattuglie a piedi, a bordo di autoradio, moto, in abiti civili sorveglieranno l’intera capitale. Nei pressi delle basiliche e nelle principali piazze saranno attive le Stazioni Carabinieri Mobili dove i cittadini potranno rivolgersi per qualsiasi problema. Saranno intensificati i controlli nei pressi di abitazioni e stabili incustoditi per evitare brutte sorprese ai romani di ritorno dalle vacanze Pasquali.
 
Elicotteri in volo sull’intera provincia di Roma, posti di blocco e controllo su autostrade e strade consolari
 
Gli elicotteri dell’Arma del Centro di Pratica di Mare sorvoleranno l’intera provincia che sarà pattugliata con il medesimo dispiegamento di forze. Presso le principali arterie e vie consolari, nonché quelle della zona dei Castelli Romani e del litorale, con particolare attenzione alle Vie Aurelia e Pontina, saranno attuati posti di controllo alla circolazione stradale. Saranno intensificati i quotidiani servizi svolti per il contrasto alla microcriminalità con unità antiborseggio nei luoghi più affollati e a bordo dei mezzi pubblici, interventi antiabusivismo nei luoghi più frequentati, controlli agli esercizi commerciali e servizi antitruffa. Questo vasto dispositivo farà capo alla Centrale Operativa di Roma, centro di coordinamento e controllo dei Carabinieri in servizio nella provincia.
Share

Leave a Reply