Una falsa notizia ferisce la presidente della Camera, Laura Boldrini. Sciacalli in azione su siti improbabili e fuori controllo chiamano in causa la sorella morta alcuni anni fa

Una falsa notizia ferisce la presidente della Camera, Laura Boldrini. Sciacalli in azione su siti improbabili e fuori controllo chiamano in causa la sorella morta alcuni anni fa

Ci risiamo. Uno bei bersagli preferiti delle fake news nostrane, cioè la presidente della Camera Laura Boldrini, è stata nuovamente vittima di una bufala. Questa volta la notizia falsa divenuta virale in Rete coinvolge la sorella di Laura Boldrini. Alcuni siti dai nomi improbabili hanno diffuso una foto con un testo in sovrimpressione. “Questa è Luciana Boldrini – si legge -, sorella minore del Presidente della Camera Laura Boldrini, e gestisce 340 cooperative che si occupano di assistenza agli immigrati ma nessuno ne parla ovviamente”. L’informazione in questione è clamorosamente falsa. A pubblicarla erano stati siti semisconosciuti come “La NOzione” e “AvanguarTia Nera”. A corredo del pezzo c’è anche la foto che non ritrae la sorella di Laura Boldrini. Ma una nota star del cinema americano: Krysten Ritter che ha recitato in serie tv di successo come “Breaking Bad” e “Jessica Jones” e in film come “I Love Shopping”, “Notte brava a Las Vegas” e “Mona Lisa Smile”.

Sulla questione c’è soprattutto da registrare la durissima presa di posizione della presidente della Camera, colpita duramente da questa falsa notizia, che vede coinvolta la sua sfortunata sorella, morta per malattia qualche anno fa: “Lo voglio dire a ridosso delle feste di Pasqua, proprio nel momento in cui molti si riuniscono in famiglia e con le persone care. La mia unica sorella, morta anni fa per malattia, non si è mai occupata di migranti. Restaurava e dipingeva affreschi. Peraltro, non si chiamava nemmeno Luciana, ma Lucia”. La presidente Boldrini lo scrive sul suo profilo Facebook, tornando così a porre l’attenzione contro le fake news e le “bufale” del web. Boldrini, allora, si riferisce “a tutti quelli che hanno condiviso sulle loro bacheche e sui loro profili queste e altre menzogne su di lei. E soprattutto – sottolinea nel post – a chi ha creato queste false notizie, personaggi senza scrupoli, sciacalli che non si fermano nemmeno davanti ai morti”. Piena solidarietà alla presidente della Camera ed alla sua famiglia dalla nostra redazione, che da sempre ha condotto una rigorosa battaglia sulla qualità e la verifica delle notizie pubblicate e dunque fornite alla pubblica opinione.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.