Mosca. Nuovi arresti per “turbamento dell’ordine pubblico” una settimana dopo le manifestazioni dell’opposizione di Navalny

Mosca. Nuovi arresti per “turbamento dell’ordine pubblico” una settimana dopo le manifestazioni dell’opposizione di Navalny

Decine di persone, tra cui diversi minorenni, sono stati fermati dalla polizia nel centro di Mosca mentre prendevano parte a una protesta che le autorità hanno dichiarato non autorizzata. Lo ha riferito l’agenzia di stampa Interfax, secondo cui gli agenti in assetto antisommossa hanno fermato la maggior parte dei manifestanti che si erano radunati nella piazza Triumfalnaya. Altre persone sono state fermate in altre zone della capitale, mentre gruppi di giovani si sono radunati nei pressi della Piazza rossa. Per impedire proteste come quelle di domenica scorsa, che si conclusero con centinaia di fermi, la polizia ha impedito l’accesso alla piazza Manezh vicina al Cremlino. Inoltre, metal detector sono stati installati al’ingresso della Piazza rossa.

“Ventinove persone sono state arrestate dalla polizia per turbamento dell’ordine pubblico”, ha riferito la polizia di Mosca. Un giornalista dell’agenzia AFP, France Press, ha comunicato di aver visto portare via una trentina di persone. La nuova ondata di arresti fa seguito a quella di una settimana fa, che aveva portato in carcere alcune centinaia di manifestanti radunati dall’oppositore di Putin, il blogger Navalny. In entrambe le occasioni, le manifestazioni di protesta puntavano a denunciare la corruzione del sistema di potere di Putin.

Share

Leave a Reply