Bob Dylan è andato a prendersi il Nobel per la Letteratura a Stoccolma, prima del concerto e a porte chiuse

Bob Dylan è andato a prendersi il Nobel per la Letteratura a Stoccolma, prima del concerto e a porte chiuse

Bob Dylan ha deciso di andare a prendersi il suo premio Nobel per la letteratura a Stoccolma nel corso di un incontro a porte chiuse con i rappresentanti dell’Accademia di Svezia. Dylan è il primo esponente del mondo della musica a unirsi alla schiera di uomini di lettere – da Thomas Mann ad Albert Camus, da Samuel Beckett a Gabriel Garcia Marquez, ai nostri Grazia Deledda, Luigi Pirandello, Salvatore Quasimodo, Eugenio Montale – a essere insignito del prestigioso riconoscimento nato nel 1901.

La medaglia e il diploma attribuiti a Dylan a ottobre sono stati consegnati in una “cerimonia privata a Stoccolma”, senza media o pubblico, su richiesta dello stesso cantautore. Erano presenti 12 membri dell’Accademia, ha scritto sul suo blog la segretaria dell’istituzione Sara Danius. “L’umore era buono. Si è bevuto champagne”, ha confidato. “Un momento seguente – ha aggiunto – è stato passato a guardare la medaglia d’oro da vicino, in particolare il suo verso magnificamente inciso, l’immagine di un giovane uomo seduto su un lauro che ascolta le muse”.

La consegna del premio ha avuto luogo in un posto tenuto segreto prima del concerto che, in seguito, Dylan ha avuto in serata nella capitale scandinava. Ne terrà un altro oggi. Dylan non ha tenuto discorsi né ha cantato canzoni. Ma, ha precisato Danius, “l’Accademia ha delle buoni ragioni per ritenere che una versione registrata (del discorso) sarà inviata in una data ulteriore”.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.