Pozzuoli. Diede fuoco alla compagna incinta, condannato a 18 anni di carcere

Pozzuoli. Diede fuoco alla compagna incinta, condannato a 18 anni di carcere

Condannato a 18 anni di carcere Paolo Pietropaolo, il 41enne che il 1° febbraio scorso a Pozzuoli (Napoli) diede fuoco alla sua ex compagna Carla Caiazzo (nella foto), all’epoca all’ottavo mese di gravidanza. Lo ha deciso il gup Egle Pilla a conclusione del processo celebrato con il rito abbreviato e che vedeva Pietropaolo imputato per tentato omicidio e stalking. La donna, 38 anni, fu trasportata d’urgenza all’ospedale Cardarelli di Napoli dove i medici riuscirono a farla partorire. Da allora è stata sottoposta a oltre 20 interventi chirurgici, l’ultimo dei quali qualche giorno fa, cosa che non le ha permesso di essere presente in aula.

Pietropaolo dovrà pagare 325 mila euro complessivi di risarcimento a titolo di provvisionale alle parti civili: 250mila alla Caiazzo e 50mila alla bimba nata prematuramente subito dopo l’aggressione. Altri 25mila euro è la somma che dovrà versare all’Associazione “La Forza delle donne” che si è costituita parte civile. L’imputato è stato condannato all’interdizione perpetua ai pubblici uffici. Il giudice ha disposto infine la sospensione della potestà genitoriale. Poi le considerazioni sul futuro della vittima e della sua figlioletta del Pm Falcone dopo la lettura della Sentenza: “Una volta spenti i riflettori, ci auguriamo solo per lei e la figlia una vita più serena”.

Share

Leave a Reply