Infrastrutture e mobilità nella capitale, la Cgil chiede più investimenti pubblici

Infrastrutture e mobilità nella capitale, la Cgil chiede più investimenti pubblici

“Il settore non può ripartire se non ci sono investimenti pubblici. La mancanza di soldi è molto spesso un alibi. I fondi sono reperibili ma si devono proporre progetti seri e credibili”. È quanto affermato dal segretario generale Fillea-Cgil, Giulio De Angelis, nel corso della conferenza “Infrastrutture e mobilità: dal dire al fare”, promossa dalla Cgil, dalla Fillea Cgil e dalla Filt Cgil regionali. All’iniziativa, alla quale hanno partecipato tra gli altri Carlo Maria Medaglia, presidente e Ad di Roma Servizi per la Mobilità, Mario Guerci, segretario generale della Fillea Cgil regionale, Eugenio Stanziale, segretario generale della Filt Cgil regionale, Michele Azzola, segretario Cgil Roma e Lazio, ha registrato anche gli interventi dell’assessore capitolino Paolo Berdini e dell’assessore regionale Michele Civita. “Molto si può fare per ottenere il miglioramento sperato – ha proseguito De Angelis – È difficile ma non impossibile. Serve mettere sul campo tutte le risorse possibili. È basilare progettare sul lungo periodo è aprire cantieri diffusi su progetti immediatamente realizzabili”.

Share

Leave a Reply