Francois Fillon vince le primarie dei Repubblicani francesi col 66,6% dei voti. Sarà lui il candidato centrista alle presidenziali del 2017

Francois Fillon vince le primarie dei Repubblicani francesi col 66,6% dei voti. Sarà lui il candidato centrista alle presidenziali del 2017

Sarà Francois Fillon il candidato della destra gollista (i Repubblicani) che il 23 aprile 2017 correrà al primo turno delle presidenziali francesi, aprendo una grande ipoteca per conquistare al ballottaggio del 7 maggio l’Eliseo, con buone probabilità di affrontare e battere, secondo gli analisti, la leader dell’estrema destra (Front National) Marine Le Pen. Le Pen, data da molti sondaggi in testa al primo turno, riuscirà a ripetere il fenomeno di coagulare tutte le forze politiche, moderate, centriste e di sinistra, contro di lei per impedire all’estrema destra di espugnare l’Eliseo. Come accadde nel 2002 quando il padre Jean-Marie a sorpresa battè al primo turno l’allora premier socialista Lionel Jospin. Al ballottaggio il presidente uscente Jacques Chirac, gollista, fu riconfermato trionfalmente. Sembra ancora un’incognita, invece il candidato socialista a soli 18 giorni dalla scadenza del 15 dicembre entro cui candidarsi alla primarie del 22 e del 29 gennaio 2017. Il presidente Francois Hollande scioglierà la riserva da domani ed il premier Manuel Valls potrebbe essere della partita. Solo per citare due dei possibili sfidanti principali nella multiforme galassia della gauche socialista. Residuali appaiono le chance dell’ex ministro dell’Economia, Emmanuel Macron, enfant prodige, candidatosi con il suo movimento ‘En Marche!’. Al ballottaggio dei Repubblicani di domenica 27 novembre hanno partecipato oltre 4 milioni di cittadini, incementando addirittura il record registrato nel primo turno.

Juppè, lo sfidante, riconosce la “schiacciante vittoria” di Fillon

L’ex primo ministro francese Alain Juppé ha ammesso la sconfitta e si è congratulato con il suo rivale François Fillon per la sua “schiacciante vittoria”. Juppé ha anche annunciato che sosterrà la candidatura di Fillon per le elezioni presidenziali del 2017. “Il risultato non è all’altezza delle mie aspettative. Mi congratulo con Fillon per la sua vittoria schiacciante e annuncio che lo sosterrò già da stasera. Gli auguro buona fortuna e la vittoria del prossimo anno”, ha dichiarato l’attuale sindaco di Bordeaux.

Fillon, il vincitore: “Hollande è patetico. Occorre ristrutture il Paese”

“E’ una vittoria costruita sulle mie convinzioni. Da tre anni vado in giro per la Francia illustrando le mie convinzioni e la mia iniziativa e sono stato compreso dai francesi”, ha detto François Fillon nel suo primo discorso dopo la vittoria. “Una vittoria netta che ha rotto tutti gli scenari scritti in precedenza”, ha commentato Fillon. Fillon ha duramente criticato l’attuale inquilino dell’Eliseo, Francois Hollande, definendo la sua presidenza “patetica. Ora dobbiamo ristrutturare il Paese come non è stato fatto per 30 anni”. Poi ha rivolto un “pensiero speciale” all’ex presidente francese Nicolas Sarkozy, suo avversario alle primarie e ha inviato a Juppè “un messaggio di amicizia, stima e rispetto” chiamandolo “statista”. “La sinistra è il fallimento e l’estrema destra è un naufragio. Hollande ha abbassato la funzione presidenziale, dovrà essere ripristinata”, ha continuato Fillon che ha ribadito: “difenderò i valori francesi”. Fillon ha concluso sottolineando che ha “il dovere di superare l’inerzia e la demagogia”.

Share

Leave a Reply