Roma. Raggi celebra il primo matrimonio gay nella capitale. Restano irrisolti i nodi sulle nomine, mentre è certo il no alle Olimpiadi

Roma. Raggi celebra il primo matrimonio gay nella capitale. Restano irrisolti i nodi sulle nomine, mentre è certo il no alle Olimpiadi

Il sindaco di Roma, Virginia Raggi, ha celebrato questo sabato il primo matrimonio gay della Capitale. Nella Sala Rossa del Campidoglio ha officiato all’unione civile tra Francisco Raffaele Villarusso e Luca De Sario.

“Benvenuti, vi vedo emozionantissimi e giustamente. È un momento importante, una grande emozione. Nasce una nuova coppia e una nuova famiglia”. Con queste parole il sindaco di Roma, Virginia Raggi, ha celebrato, nella Sala Rossa del Campidoglio, il primo matrimonio gay della Capitale. “Vi auguro una unione lunga e divertente – ha detto Raggi, prima di leggere gli articoli del codice civile – potrebbe avere qualche scossone ma vi auguro di superare gli ostacoli che la vita ci pone davanti. Questa è la sfida che vi accingete a intraprendere. Andate avanti a testa alta con forza e divertitevi, il segreto è divertirsi. Vi auguro una vita intensa”.

Ma per la sindaca i problemi restano tutti sul tappeto. In programma una conferenza stampa per ufficializzare il no alle Olimpiadi, mentre slitta (era previsto per martedì ndr) l’annuncio del nuovo assessore al Bilancio e le altre nomine di staff. Solo nelle prossime settimane, sarà più chiaro il futuro di questa incerta amministrazione

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.