Maltempo nel cratere del sisma. Protezione civile studia l’evacuazione delle tendopoli. Il bilancio delle vittime sale a 297

Maltempo nel cratere del sisma. Protezione civile studia l’evacuazione delle tendopoli. Il bilancio delle vittime sale a 297

La drammatica situazione scatenata dal terremoto viene resa ancor più drammatica dalle avverse condizioni meteorologiche. In tutte le aree del cratere sismico è arrivata la pioggia ed i temporali ed in conseguenza di questo un drastico abbassamento delle temperature.

Difficile la situazione ad Arquata del Tronto, Acquasanta Terme e Montegallo, dove giovedì si erano aperte le scuole nelle tensostrutture. Tutte le tendopoli che in questo momento danno ricovero agli sfollati, sono sotto stretta osservazione e la Protezione civile ha già predisposto piani di evacuazione per trasferire chi è ospite delle tende in ”zone sicure”. Piove in modo persistente e da diverse ore, con pochi momenti di tregua anche ad Amatrice, Accumoli e su tutte le frazioni: nel reatino l’allerta meteo è stato esteso alle prossime 24 ore.

Va detto, inoltre che è salito a 297 il bilancio delle vittime del sisma del 24 agosto. Sono morte due persone, una di Amatrice e una di Arquata del Tronto, che in seguito al terremoto erano state ricoverate in gravi condizioni.
 Quanto al maltempo fa le sue valutazioni anche il Capo della Protezione Civile, Curcio: “Siamo in allerta arancione, con precipitazioni abbondanti che da stanotte (ieri ndr) stanno investendo i territori colpiti dal terremoto. Stiamo spingendo la gente ad abbandonare le tende per usufruire delle altre strutture disponibili ma ovviamente dobbiamo rispettare la volontà delle persone e il loro radicamento al territorio. Il tutto in attesa della costruzione delle casette, che ovviamente darà luogo a una situazione più semplice”. 

Share

Leave a Reply