Cervino, morti assiderati a 4000 metri i due alpinisti inglesi dispersi

Cervino, morti assiderati a 4000 metri i due alpinisti inglesi dispersi

Sono morti, probabilmente assiderati, i due alpinisti inglesi dispersi da giovedì sera sul Cervino. Il soccorso alpino ha avvistato e recuperato i loro corpi sotto il Pic Tyndal, poco distante dalla Gran Corda, a circa 4 mila metri di quota.  I due alpinisti sono stati trovati sotto dei cumuli di neve, probabilmente effetto della violenta tempesta che si è scatenata a quota quattromila, dove le temperature, in poco tempo sono scese sotto i dieci gradi sotto lo zero. Fatale l’escursione termica e la permanenza a quell’altitudine die 48 ore consecutive. L’ultimo contatto con i due alpinisti è stata una telefonata giovedì sera, poi il silenzio. Immediati i soccorsi, anche se il maltempo ha ostacolato le operazioni, con il forte vento in quota che ancora nella mattinata di sabato ha reso difficili i diversi tentativi di avvicinamento dell’elicottero nella zona del Gran Corda, dove i due inglesi avevano segnalato la loro ultima posizione. Al rifugio Capanna Carrel (3.830 metri di quota) è giunta una squadra da terra, composta da quattro uomini del Soccorso alpino della guardia di finanza di Cervinia e due del Soccorso alpino valdostano. Poi questa mattina il recupero.

Share

Leave a Reply