Berlusconi operato al San Raffaele per la sostituzione della valvola aortica. Ora in terapia intensiva. Domani il primo referto medico

Berlusconi operato al San Raffaele per la sostituzione della valvola aortica. Ora in terapia intensiva. Domani il primo referto medico

”L’intervento è andato bene, senza complicazioni, nei tempi previsti. Ora è in terapia intensiva e aspettiamo che si svegli. È durato più o meno quattro ore e l’esito e il risultato domani in una conferenza stampa”. Queste le parole del professor Ottavio Alfieri, il cardiochirurgo che ha operato Silvio Berlusconi al termine dell’operazione, intervistato dal Corriere.it. “È andato tutto come previsto”, si è limitato a dire Alberto Zangrillo, il medico personale di Silvio Berlusconi nonché primario della terapia intensiva cardiochirurgica del San Raffaele. Zangrillo davanti all’ ingresso del suo reparto, non ha voluto aggiungere altro se non che quello che aveva da dire l’ha “già detto” attraverso un comunicato stampa diramato qualche ora fa. Berlusconi si trova in uno dei box della divisione che è presidiata dagli uomini della sua scorta.

“L’operazione è andata bene come sapete. L’ho potuto vedere, respirava regolarmente, eravamo sereni prima, e siamo ancora più sereni adesso. I chirurghi hanno fatto il loro dovere nel modo più professionale possibile, adesso sta a mio fratello completare l’opera”, ha detto Paolo Berlusconi, uscendo dall’ospedale San Raffaele. L’operazione a Berlusconi “è andata bene, nel migliore dei modi”, ha detto a sua volta Gianni Letta a margine della presentazione al Parlamento del terzo rapporto annuale dell’Autorità di Regolazione dei Trasporti da parte del presidente Andrea Camanzi. “L’intervento è durato quattro ore, io non c’ho parlato, è ancora in terapia intensiva”, ha aggiunto.

Il leader di Forza Italia resterà sedato per circa 24 ore dopo l’intervento di sostituzione di valvola aortica eseguito questa mattin. L’ex premier, dunque, come previsto per questo genere di operazioni chirurgiche, si sveglierà domani ancora in Terapia intensiva, dove dovrebbe rimanere anche il giorno successivo. Nell’Unità operativa di Terapia intensiva cardiochirurgica, dove è stato trasferito a conclusione dell’intervento, a quanto si apprende c’era la compagna Francesca Pascale. I dettagli dell’intervento dovrebbero essere illustrati durante una conferenza stampa prevista al momento per domani, nel pomeriggio al San Raffaele. A spiegare l’operazione sono attesi il cardiochirurgo Ottavio Alfieri e Alberto Zangrillo, medico personale e anestesista.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.