Fillea Cgil: Importante accordo col Tribunale di Palermo per le aziende sequestrate alle mafie

Fillea Cgil: Importante accordo col Tribunale di Palermo per le aziende sequestrate alle mafie

Per Salvatore Lo Balbo, segretario nazionale degli edili Cgil, si tratta di un “importantissimo atto – il primo in Italia che coinvolge i sindacati confederali – con il quale viene istituito presso il Tribunale l’Ufficio per le Attività  produttive e sindacali, strumento per noi indispensabile per affrontare con efficacia ed efficienza il delicato tema del futuro delle aziende sequestrate alle mafie e per seguire l’andamento della gestione e dello sviluppo produttivo delle imprese in amministrazione giudiziaria. Sottrarre alle mafie le imprese, come diciamo da sempre, non è sufficiente ma occorre, una volta bonificate, non disperderne il capitale umano e di saperi che esse rappresentano nel tessuto produttivo” prosegue Lo Balbo “per questo è determinante che queste aziende vengano gestite secondo criteri assolutamente manageriali per salvaguardare la produttività  e tutelare i posti di lavoro. L’istituzione di un Ufficio per le attività  produttive e sindacali risponde a questa necessità .”

Ora per la Fillea, che insieme agli edili di Cisl e Uil sottoscrissero il 9 giugno 2015 un analogo protocollo con il Tribunale di Trapani “occorre rafforzare l’azione dello Stato nel rilancio dei beni e delle aziende sequestrate e confiscate, a partire anche dal ruolo dell’Agenzia Nazionale (ANBSC), che sia non più improntato a gestioni burocratiche e fallimentari. Per questo rinnoviamo il nostro invito a costituire anche presso l’Agenzia l’Ufficio per le Attività  Produttive e sindacali” conclude il segretario Fillea.

Share

Leave a Reply