“Bif&est” a Bari in aprile: speciale tributo a Scola-Mastroianni

“Bif&est” a Bari in aprile: speciale tributo a Scola-Mastroianni

Al via, dal 2 al 9 aprile, la settima edizione del Bif&st, il Bari International Film Festival, ideato e diretto da Felice Laudadio, e orientato, nelle sue diverse sezioni, a narrare di cinema, di arte, mettendo al primo posto il talento e il lavoro degli attori e delle attrici. Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, è promosso dalla Regione Puglia con presidente Michele Emiliano e prodotto dall’Apulia Film Commission con presidente Maurizio Sciarra.

Questa edizione sarà dedicata in particolare al regista Ettore Scola, che è stato presidente del Festival dal 2010, scomparso lo scorso 19 gennaio. Sarà una settimana piena di sorprese, che si svolgerà in un clima da grande festa, in allegria e armonia, “come Ettore avrebbe voluto”, hanno affermato Felice Laudadio e Maurizio Sciarra. Inoltre, quest’anno ricorrono i 20 anni dalla morte dell’attore Marcello Mastroianni, che ha intessuto nell’arco della sua carriera un intenso rapporto lavorativo con il regista, collaborando insieme a 9 film di lungometraggio e ad un film a episodi. Il tema di questo tributo sarà infatti “Scola-Mastroianni 9½. C’eravamo tanto amati”.

A celebrazione della coppia, è in programma un ciclo di circa 50 film, insieme a tantissimo materiale documentario proveniente dagli archivi di RAI Teche e dell’Istituto Luce, a cura della Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale.

Il programma del Bif&st 2016 è stato seguito e dettagliatamente curato dallo stesso Ettore Scola fino a pochi giorni prima della sua scomparsa ed in suo onore sarà inoltre istituito da quest’anno il Premio Ettore Scola per il miglior regista di opera prima o seconda.

Il Teatro Petruzzelli ospiterà ogni sera un film in anteprima italiana assoluta o in anteprima mondiale.

Ecco alcune anticipazioni sui film previsti: ad aprire le visioni il 2 aprile il film “Zona d’ombra” (Concussion) di Peter Landesman; il 3 aprile “Victor – La storia segreta del Dottor Frankenstein” di Paul McGuigan; il 4 aprile “Veloce come il vento” di Matteo Rovere; il 5 aprile “Vieni a vivere a Napoli!” di Guido Lombardi, Francesco Prisco, Edoardo De Angelis; il 6 aprile “The man who knew infinity” (L’uomo che vide l’infinito) di Matt Brown; il 7 aprile “Taulardes” (Jailbirds) di Audrey Estrougo; l’8 aprile “Les Innocentes” (Agnus Dei) di Anne Fontaine e il 9 aprile “Criminal” di Ariel Vromen.

E ancora, imperdibili e prestigiose master class e, per la prima volta, vi è stato già l’annuncio pubblico dei premi dei critici, tra cui il più prestigioso, il Monicelli per il miglior regista, è andato a Matteo Garrone per “Il racconto dei racconti”.

“Sono particolarmente soddisfatto di queste candidature ai David per i vincitori del Bif&st che verranno a Bari a ritirare i loro premi al Teatro Petruzzelli” – ha dichiarato Laudadio -. “ Ancora una volta i riconoscimenti assegnati dai nostri nove critici trovano conferma piena nelle cinquine emerse dal voto dei 1345 componenti la giuria dell’Accademia del cinema italiano”.

È tutto pronto, non resta che attendere sabato 2 aprile per iniziare questo splendido viaggio culturale, educativo e celebrativo, che intreccia passato e presente, memoria e attualità.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.