Rapina con sparatoria a Montesacro (Roma) presi i banditi, c’è anche un ex Nar

Rapina con sparatoria a Montesacro (Roma) presi i banditi, c’è anche un ex Nar

Sono stati identificati e fermati i presunti responsabili della rapina con sparatoria avvenuta martedì a Montesacro. Si tratta di Giordano Grilli, 30enne, incensurato, e Claudio Ragno, ex Nar 54enne. Quest’ultimo infatti annovera numerosi precedenti penali e di polizia per reati contro il patrimonio, associazione sovversiva e banda armata, associazione per delinquere, reati inerenti stupefacenti ed è stato tratto in arresto più volte poiché riconosciuto autore di rapine ad Uffici postali ed istituti di credito oltre ad essere ritenuto uno dei membri dei disciolti Nar (Nuclei Armati Rivoluzionari), attivi nella Capitale negli anni 80/90 quale frangia terroristica eversiva di estrema destra. Poco dopo le 9 di martedì il personale di polizia impegnato in un servizio antirapina in zona piazza Vescovio ha notato in viale Somalia due soggetti parzialmente travisati con occhiali da sole e scaldacollo mentre salivano a bordo di un motoveicolo Suzuki Burgman, risultato rubato nel mese di dicembre 2015, circostanza questa che ha indotto gli agenti a seguire gli individui nel tentativo di bloccarli. Nel corso del pedinamento, i due hanno effettuato una manovra repentina che, a causa dell’elevato traffico, ha impedito sul momento ai poliziotti di bloccarli. I due malviventi hanno quindi accelerato ad alta velocità immettendosi dapprima in via Salaria, per poi percorrere via dei Prati Fiscali, via Conca D’Oro, via Val di Sangro ed, infine, via Val Pellice dove arrivati davanti all’ufficio postale hanno fermato improvvisamente il motociclo facendo ingresso nell’ufficio affollato di clienti, con caschi da motociclista calzati ed armi in pugno. Negli attimi concitati del della Squadra Mobile, i due rapinatori presenti all’interno dell’ufficio postale si sono accorti dell’arrivo degli agenti e, dopo aver sottratto 331 euro da alcuni sportelli si sono affacciati dalla porta d’ingresso e sporgendosi all’esterno hanno mirato in direzione dell’autovettura della Squadra Mobile, esplodendo alcuni colpi che hanno colpito il veicolo stesso, altri veicoli parcheggiati e le vetrine dei negozi, frequentati da cittadini. L’azione criminale ha consentito loro di guadagnare l’uscita dall’ufficio postale, tra le grida dei clienti e dei passanti che cercavano un riparo nei negozi.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.