Incredibile ma vero, si può anche diventare sindaco di Roma con i 5Stelle con soli 1.764 voti. Raggi la candidata del movimento

Incredibile ma vero, si può anche diventare sindaco di Roma con i 5Stelle con soli 1.764 voti. Raggi la candidata del movimento

Incredibile ma vero, con 1.764 voti, pari al 45,5% delle preferenze, Virginia Raggi è stata scelta dagli elettori del M5S come candidata a sindaco di Roma per il Movimento5Stelle. La consigliera comunale uscente ha staccato gli sfidanti Marcello De Vito, arrivato a 1.347 voti (35%), Enrico Stefano con 369 voti (9,5%), Paolo Ferrara con 233 voti (6%) e Maria Teresa Zotta con 149 voti (4%).

Alla faccia della democrazia rappresentativa, quella che dovrebbe coinvolgere i cittadini comuni, i pensionati, i poveri che non hanno la possibilità di scegliere in rete, qui a votare sono stati solo tanti amici e pochi parenti o viceversa. Questa brava e fortunata cittadina, che ha già iniziato a studiare da sindaco con la sua presenza in Consiglio comunale tra le forze d’opposizione, ora sull’onda lunga del suo movimento, potrebbe anche trovarsi sulla poltrona più alta del Colle Capitolino con solo 1.764 voti, al netto, naturalmente di quello che potrà conquistare nelle urne, quelle vere. C’è poi da fare i complimenti a Grillo e a Casaleggio, per la straordinaria partecipazione alle comunarie con una cifra che sfiora l’incredibile soglia di 3.862 voti. Un vero miracolo della democrazia e della partecipazione, in una città come quella di Roma che conta qualche milione di abitanti.

Share

Leave a Reply