Un uomo armato di un fucile giocattolo fa collassare la Stazione Termini. Fermato ad Anagni (Fr)

Un uomo armato di un fucile giocattolo fa collassare la Stazione Termini. Fermato ad Anagni (Fr)

La stazione Termini a Roma è stata evacuata nella prima serata di lunedì in seguito alla segnalazione della presenza di un uomo armato di fucile arrivata da alcuni passeggeri della metro agli agenti della polizia ferroviaria. Immediati sono scattati i protocolli di sicurezza. Trenitalia ha disposto l’allontanamento di tutti i passeggeri anche dalla zona dei binari e contemporaneamente Polizia e Carabinieri hanno ordinato a tutti i passeggeri di salire sui convogli o alle altre persone di uscire dalla stazione e si sono messi alla ricerca dell’uomo armato. Successivamente i controlli all’interno da parte delle forze dell’ordine si sono conclusi con esito negativo. I controlli sono stati estesi anche all’esterno dello scalo ferroviario. Dopo una lunga sospensione, che ha portato lo scalo ferroviario quasi al collasso, le Ferrovie dello Stato hanno reso noto che la circolazione dei treni, in un primo momento interrotta, era stata ripresa ed è stata autorizzata la presenza dei passeggeri sulla zona binari.  L’allarme è scattato dopo che le telecamere di sicurezza della Stazione hanno ripreso un uomo con una giacca azzurra e cappellino bianco, con in mano un fucile automatico. L’uomo che ha fatto scattare l’allarme alla Stazione Termini di Roma è stato poi fermato ad Anagni con un’arma giocattolo. La presenza dell’uomo, secondo quanto si apprende da fonti qualificate, era stata segnalata alla stazione Termini attorno alle 19. Sono in corso le verifiche sull’arma in possesso dell’uomo fermato alla stazione di Anagni e rispondente alla descrizione della persona armata segnalata alla stazione Termini di Roma. L’uomo, sulla quarantina, è stato fermato da un carabiniere nei pressi di Anagni (Frosinone).

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.