Giovane donna kamikaze fa strage in Turchia ad una convention dei giovani socialisti

Giovane donna kamikaze fa strage in Turchia ad una convention dei giovani socialisti

Turchia vittima di una sorta di contrappasso. Accusata di far passare attraverso le sue frontiere migliaia di combattenti pro-Isis in Siria, per abbattere il regime siriano detestato dal presidente Recep Tayyip Erdogan, i jihadisti islamici hanno colpito con un kamikaze Suruc, città nella provincia di Sanli Urfa al confine siriano.  Le vittime, secondo il ministero dell’Interno, sarebbero trenta mentre un centinaio i feriti. Obiettivo dell’attacco suicida il centro culturale Amara, dove in questo giorni circa 300 giovani affiliati alla gioventù socialista si sono incontrati per un forum sulla Rojava, il progetto di uno stato curdo al confine sud della Turchia. L’esplosione sarebbe stata innescata da una donna kamikaze di 18 anni. Le autorità turche sono certe che la terrorista sia vicina al califfato. Molti dei feriti ricoverati negli ospedali della zona sono giovani ed in condizioni giudicate critiche. Probabilmente il bilancio delle vittime sarà decisamente più pesante.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.