Panico ai Fori Imperiali. Si pensava ad un attacco dell’Isis, ma era solo un clochard fuori di testa

Panico ai Fori Imperiali. Si pensava ad un attacco dell’Isis, ma era solo un clochard fuori di testa

Brandisce un coltello lungo 20 centimetri e si fa largo su via dei Fori Imperiali. Inseguito dai vigili, viene immobilizzato e disarmato in piazza Venezia: arrestato dagli uomini della Polizia di Roma Capitale. Si pensava, nei minuti successivi all’episodio, che si trattasse di un terrorista, poi, successivamente, si è accertato che l’aggressore era solo un clochard. E’ accaduto poco dopo le 15,40 quando l’uomo, giovane e alto, ha iniziato a creare panico tra la folla a via dei Fori Imperiali, nel tratto tra il Colosseo e Largo Corrado Ricci. Gli agenti del gruppo Trevi, arrivati immediatamente sul posto con tre auto, hanno dapprima cercato di bloccarlo ma, aiutato dalla balaustra pedonale, è riuscito a scappare tra i turisti. Ne è nato un lungo inseguimento a piedi lungo via dei Fori Imperiali, fino a S. Giuseppe dei Falegnami, in quel punto l’uomo ha preso in ostaggio una turista italiana di 27 anni e puntandole il coltello alla gola si è fatto scudo di lei per far allontanare i vigili, che gli intimavano di lasciarla con le pistole in mano. Attimi di terrore che sono durati alcuni secondi, quando il fuggitivo ha lasciato la ragazza ed è scappato verso Piazza Venezia, inseguito anche dagli uomini del gruppo GSSU sempre della Polizia di Roma Capitale. La grande quantità di turisti che scappavano da tutte le parti ha impedito ai vigili di rincorrerlo con le auto, perché il rischio di investire qualcuno era alto. A piazza Venezia, all’altezza del Sacrario delle Bandiere, due degli agenti del GSSU, aiutati anche dalla facilità nel movimento dalle loro motociclette, lo hanno placcato e disarmato, nonostante scalciasse furiosamente anche a terra. Fortunatamente solo un grande spavento per la ragazza ed il fidanzato, e grande paura per i turisti ma nessun ferito. L’uomo è stato subito condotto in cella di sicurezza presso il comando Trevi, che sta gestendo le indagini. Attualmente è al Fatebenefratelli per controlli medici: sono in corso le verifiche di identità dell’uomo, che si è dichiarato agli agenti di nazionalità brasiliana e di avere 32 anni.

Un testimone: “Sembrava una scena da Isis. Ha fatto inginocchiare la ragazza con il coltello alla gola”

Drammatica la testimonianza di un uomo che ha assistito a quanto accaduto: “Sembrava una scena da Isis: ha fatto inginocchiare la ragazza, proprio come si vede nei filmati dei terroristi, mentre le teneva un coltello alla gola. Mancava solo la tuta arancione “Questo pazzo”- ha detto ancora il testimone- “una volta raggiunto dai vigili ha preso il primo ostaggio a tiro, una ragazza, e gli ha messo il coltello alla gola. Girandogli intorno, gli agenti sono riusciti a distrarlo e ad allontanare la fanciulla. Lui ha iniziato a scappare ed è stato bloccato poco prima di piazza Venezia”.

Marino e Nieri ringraziano la Polizia di Roma Capitale

Marino: “Voglio ringraziare gli agenti della Polizia Municipale di Roma Capitale che oggi pomeriggio hanno bloccato un uomo che munito di coltello ha spaventato e rincorso i turisti in via dei Fori Imperiali. Questi nostri agenti hanno mostrato coraggio e prontezza nella vigilanza del territorio. Questi atti generano orgoglio e fiducia per il Corpo da parte dei romani e mio personale”. Nieri: “Mentre si chiariscono i contorni della vicenda dell’uomo che ha tentato di aggredire una ragazza con un coltello su via dei Fori Imperiali questo pomeriggio, voglio subito ringraziare a nome dell’amministrazione gli agenti della nostra Polizia Municipale che sono prontamente intervenuti, senza timori né tentennamenti, per mettere in salvo la donna in pericolo. Hanno contribuito, inoltre, a fermare la fuga dell’assalitore. La rapidità d’intervento e il comportamento impeccabile dei nostri agenti – aggiunge – ha evitato che la situazione degenerasse. Troppo spesso la nostra Polizia Municipale è stata denigrata in maniera superficiale, perciò mi sento in dovere di evidenziare, invece, la brillantezza di questo intervento e il senso del dovere mostrato. L’intero corpo di Polizia Municipale capitolino ogni giorno svolge compiti preziosi e delicati per la nostra città. Non dobbiamo dimenticarlo e dobbiamo lavorare insieme per ricostruire un rapporto sano fra i cittadini di Roma e i nostri agenti”.

Share

Leave a Reply