Banca Mps insieme a Cgil, Cisl e Uil per l’anticipo della cassa integrazione per i dipendenti di centro Italia e Sardegna

Banca Mps insieme a Cgil, Cisl e Uil per l’anticipo della cassa integrazione per i dipendenti di centro Italia e Sardegna

“Banca Monte dei Paschi di Siena e le organizzazioni sindacali – Cgil di Roma e del Lazio, Cisl di Roma Capitale e Rieti e Uil di Roma e del Lazio – hanno siglato un importante accordo per coprire le esigenze economiche delle famiglie, anticipando l’indennità Cigs o Cigs in deroga. La convenzione, rinnovata per il secondo anno, ha l’obiettivo di assistere i lavoratori residenti in Italia, dipendenti di aziende ubicate nel territorio di Roma e del Lazio, collocati in cassa integrazione guadagni straordinaria o straordinaria in deroga, anticipando l’indennità dovuta dall’Inps ed erogata di solito con 6-8 mesi di ritardo. Banca Mps mette a disposizione dei lavoratori dipendenti, con cadenza mensile, un importo massimo pari all’80% della retribuzione al netto degli oneri sociali e fiscali, rilevabile dalla busta paga, e comunque per un importo complessivo massimo di 6 mila euro. L’importo che viene anticipato in più soluzioni, cesserà con il versamento da parte dell’Inps dell’indennità di Cigs, anche in deroga, che avrà effetto solutorio del debito maturato”. La proroga della convenzione è stata firmata a Roma presso la sede di Banca Mps, in via del Corso, da Ferdinando Quattrucci, responsabile dell’area territoriale Centro e Sardegna di Banca Mps, e dai segretari generali delle organizzazioni sindacali, Claudio Di Berardino della Cgil di Roma e del Lazio, Mario Bertone della Cisl di Roma Capitale e Rieti e Alberto Civica della Uil di Roma e del Lazio.

“Alla luce dell’esperienza positiva dello scorso anno – ha commentato Ferdinando Quattrucci, responsabile dell’area territoriale Centro e Sardegna di BMps – abbiamo voluto confermare l’accordo con le organizzazioni Sindacali di Roma e del Lazio, per lanciare un positivo segnale in risposta ai bisogni di tante famiglie che rischiano di trovarsi in difficoltà finanziaria a causa del perdurare della difficile congiuntura economica. Con questo intervento straordinario intendiamo confermare la nostra vicinanza ai lavoratori della provincia di Roma e del Lazio e dare un sostegno tangibile a questa comunità”.

“Il rinnovato accordo con Banca Monte dei Paschi è una risposta importante ai disagi dei lavoratori e delle famiglie e rappresenta uno strumento di sostegno prezioso – ha detto il segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio Claudio Di Berardino –. Voglio comunque precisare che si tratta di una soluzione tampone. E in questo senso vorrei richiamare il pubblico a esercitare attivamente il proprio ruolo ricreando il lavoro, salvaguardando l’occupazione migliorando le forme di protezione sociale”.

“Il rinnovo di questo accordo sta a confermare la validità dello strumento messo a punto e si rivolge, come nella precedente intesa, ai lavoratori dipendenti di aziende ubicate nella Provincia di Roma in gravi difficoltà finanziarie, difficoltà che come sempre si scaricano su migliaia di lavoratori e famiglie incolpevoli per uno stato di crisi che non accenna ad allentare la morsa – ha commentato il responsabile della Cisl di Roma Capitale e Rieti Mario Bertone . Con questa misura si conferma quindi la capacità di leggere le difficoltà di una situazione sul territorio e di un impegno che continua”.

Una convenzione importante soprattutto in un momento di crisi come quello attuale – dichiara il segretario generale della Uil di Roma e del Lazio, Alberto Civica – per dare un po’ di respiro ai tanti, troppi lavoratori in difficoltà. Un accordo che garantisce sicuramente un aiuto, ma non rappresenta una soluzione all’emergenza sociale in cui versa questa città, né può in alcun modo sostituire i necessari interventi che le nostre istituzioni dovrebbero avviare”. Dalla proficua collaborazione tra Banca Mps e le associazioni sindacali, Cgil di Roma e Lazio, Cisl di Roma Capitale e Rieti e Uil di Roma e Lazio arriva, quindi, uno strumento pratico ed efficace per verificare e promuovere soluzioni che rispondano il più possibile alle esigenze della popolazione allo scopo di attenuare i disagi dei lavoratori posti in cassa integrazione.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.