Ruth Dureghello guiderà la Comunità ebraica romana. E’ la prima volta di una donna

Ruth Dureghello guiderà la Comunità ebraica romana. E’ la prima volta di una donna

“Si è svolta la prima riunione del Consiglio della Comunità Ebraica di Roma dopo le elezioni del 14 giugno 2015. Il Consiglio ha eletto Ruth Dureghello Presidente della Comunità Ebraica di Roma con 24 voti favorevoli e 2 schede bianche (un Consigliere assente per causa di forza maggiore). La Dureghello ha un compito assolutamente importante, visto che succede a Riccardo Pacifici che per sette anni ha guidato la Comunità ebraica romana. La lista (Per Israele) della Dureghello era sostenuta dallo stesso Pacifici e sarà comunque obbligata a governare con l’appoggio di liste diverse per orientamenti e tradizioni. Va detto che la leadership della Dureghello è la prima al femminile per la Comunità Ebraica più antica del vecchio continente. Ruth Dureghello è laureata in Giurisprudenza, ha 48 anni ed è da tempo attiva in Comunità e nei consigli d’istituto delle scuole ebraiche. È stata eletta due volte delegata al Congresso Ucei come rappresentante romana della lista Per Israele e due volte come assessore all’Educazione. Il suo slogan? Dedicarsi alla Comunità significa lavorare per il nostro futuro, dunque per i nostri figli e nipoti, e i figli di questi ultimi”. Una filosofia basata sull’impegno generazionale che, a quanto pare, è vincente. Alla neo-Presidente sono arrivate immediati i messaggi di felicitazioni delle Istituzioni e tra i primi quello del Sindaco di Roma, Ignazio Marino: “Congratulazioni a Ruth Dureghello, nuova presidente della Comunità Ebraica di Roma. Sono davvero contento di poterle porgere i complimenti e manifestarle la vicinanza mia e della città. E’ la prima donna a rivestire un compito così importante nella Comunità Ebraica di Roma che rappresenta un pezzo fondamentale della nostra storia. A lei e a tutta la Comunità vanno i miei migliori auguri di buon lavoro. Messaggio augurale anche dal Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti: “Voglio rivolgere a Ruth Dureghello le mie congratulazioni e quelle dell’amministrazione regionale per l’elezione a Presidente della Comunità Ebraica di Roma. E’ la prima donna a rappresentare la più antica comunità ebraica d’Italia. A Riccardo Pacifici rivolgo un sentito ringraziamento per aver rappresentato al meglio in questi anni la comunità ebraica romana contribuendo ad un arricchimento culturale e sociale della Capitale”. Messaggio anche dal Vicepresidente della Regione Lazio, Massimiliano Smerigkio: “I miei complimenti a Ruth Dureghello per l’elezione a presidente della Comunità ebraica di Roma. Con Ruth abbiamo già lavorato in passato, sono certo ci sara’ una proficua collaborazione. Voglio poi ringraziare Riccardo Pacifici per l’importante lavoro svolto in questi anni”. Ed infine gli auguri alla Dureghello del Presidente del Consiglio Regionale del Lazio: “Rivolgo le mie felicitazioni alla neo presidente Ruth Dureghello per l’elezione alla guida della Comunità ebraica di Roma. Sono certo che saprà rappresentare e guidare la Comunità con la determinazione e l’amore che ha dimostrato in tutta la sua vita, e che io ho avuto modo di apprezzare condividendo nel gennaio scorso al Consiglio regionale la giornata della Memoria 2015 che, insieme, dedicammo alle vittime degli attentati di Parigi”. “A Riccardo Pacifici – continua Leodori – vanno i ringraziamenti, non di maniera, per aver guidato la Comunità in anni senza dubbio complessi, per le sue battaglie che hanno contribuito a far sentire tutti noi più comunità e a migliorare la legislazione italiana. Un sentimento di stima che non può non ricordare l’equilibrio e la lucidità dimostrati da Pacifici e dal mondo ebraico quando furono bersaglio di episodi vergognosi e folli, – conclude Leodori – che ferirono Roma e gli italiani e una Comunità che è parte integrante della nostra storia e del Dna della Capitale d’Italia”.  Al Presidente Dureghello vanno naturalmente i complimenti del nostro Direttore, Alessandro Cardulli, del Coordinatore editoriale, Pino Salerno e del Vicedirettore Luigi P. Sambucini.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.