Migliaia di migranti in fuga dalle coste libiche. Soccorsi in 3000 dalle navi militari italiane, inglesi, tedesche ed irlandesi

Migliaia di migranti in fuga dalle coste libiche. Soccorsi in 3000 dalle navi militari italiane, inglesi, tedesche ed irlandesi

Straordinaria operazione di soccorso al largo delle coste libiche. Oltre 3000 migranti, diretti verso l’Italia a bordo di decine di barconi, sono alla deriva ed in loro soccorso sono entrate in azione le navi militari che stazionano nella zona. In campo le marine militari, italiana, inglese, tedesca ed irlandese, che già dal primo pomeriggio di sabato, hanno raggiunto i navigli e soccorso centinaia di migranti. Raggiunti quasi tutti i barconi, stipati fino all’inverosimile. Il pattugliatore della nostra Marina, il Driade, ha tratto in salvo 516 persone e tra queste decine di donne, molte delle quali in avanzato stato di gravidanza, e bambini. Anche Nave Vega, ha messo in sicurezza altri 316 immigrati. Altri profughi sono stati tratti in salvo dalle unità navali inglesi, tedesche ed irlandesi, che ora si stanno dirigendo verso le coste siciliane e maltesi per dare soccorso pieno ai profughi. Insieme ai militari delle Marine Militari continentali, in campo anche le Capitanerie di Porto, la Guardia di Finanza e una nave di soccorso ed emergenza di Medici senza Frontiere. Si tratta di un vero e proprio assalto alle coste italiane e, malgrado l’impegno dei tanti soccorritori, la situazione, vista la spinta che parte dalla Libia, potrebbe diventare, nelle prossime ore, una vera e propria emergenza nei campi d’accoglienza che sono ai limiti della capienza.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.