Senatori a ‘saldo’. Chiesta la condanna a 5 anni per l’ex Cavaliere

Senatori a ‘saldo’. Chiesta la condanna a 5 anni per l’ex Cavaliere

Dopo un periodo relativamente tranquillo, almeno dal punto di vista giudiziario, ieri, per Silvio Berlusconi è stata ancora una giornata nerissima. La Procura di Napoli ha infatti chiesto la condanna a 5 anni per l’ex Cavaliere e 4 anni e 4 mesi per Valter Lavitola, il faccendiere che più volte ha avuto percorsi paralleli a Berlusconi, suo malgrado. La richiesta dei magistrati napoletani, è il frutto di una convinzione: Berlusconi riuscì a far cadere il governo guidato da Romano Prodi ‘comprando’ il passaggio dalla maggioranza di centrosinistra, alla minoranza di centrodestra, del senatore eletto nella compagine dell’Italia dei Valori (Di Pietro), Sergio De Gregorio (nella foto con Silvio Berlusconi nei giorni successivi al suo traghettamento ndr) che da Idv transitò a Forza Italia per accomodarsi anche nella comoda poltrona di presidente della Commissione Difesa del Senato. L’accusa, sostenuta dai pm Alessandro Milita, ma in aula erano presenti anche Vincenzo Piscitelli, Henry John Woodcock e Fabrizio Vanorio si basa proprio sulle dichiarazioni di De Gregorio, che ha patteggiato un anno e otto mesi ed ha confessato di aver ricevuto da Berlusconi per il tramite di Lavitola tre milioni di euro. Nella tarda serata la replica dell’ex Cavaliere e presidente di Forza Italia, che torna a far diventare la magistratura ‘parte politica’: “Una richiesta, quella della Procura di Napoli, che confligge con la realtà e con tutte le risultanze processuali, in linea con la tradizione dei peggiori processi politici.
 Confido che il Tribunale voglia rapidamente ristabilire la verità dei fatti e pronunciare una sentenza totalmente assolutoria”.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.