L’Ue boccia una norma italiana sull’Iva. Buco da 730 mln e rischio aumento per la benzina

L’Ue boccia una norma italiana sull’Iva. Buco da 730 mln e rischio aumento per la benzina

Dopo la voragine nei conti pubblici, provocata dalla sentenza della Consulta sulle pensioni, per il governo si apre un nuovo problema di cassa, visto che l’Unione Europea ha bocciato la cosiddetta ‘reverse charge’, che apre nel bilancio dello Stato una crepa da 730 milioni di euro. Il governo aveva previsto nella legge di stabilità una clausola di salvaguardia che faceva scattare, in caso di bocciatura, aumenti delle accise sui carburanti da luglio di quest’anno. Ma proprio recentemente, il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan aveva assicurato “l’impegno del governo a eliminare tutte le clausole di salvaguardia”, compresa questa.
  La Commissione europea ha annunciato la bocciatura del reverse charge sull’Iva introdotto dal governo con la legge di stabilità 2015. “La Commissione – si legge in una nota della portavoce della Commissione Ue per i servizi finanziari, Vanessa Mock – ha adottato una comunicazione indirizzata al Consiglio che rigetta la richiesta italiana di una deroga (alla normativa Ue sull’Iva) per introdurre il reverse charge per le forniture alla grande distribuzione. Per la Commissione non ci sono prove sufficienti che la misura richiesta contribuirebbe a contrastare le frodi. La Commissione ritiene anzi che questa misura implicherebbe seri rischi di frode a scapito del settore delle vendite al dettaglio e a scapito di altri stati membri. La Commissione europea ha poi precisato che la richiesta italiana di pagamenti separati dell’Iva (cosiddetto split payment) da parte dell’amministrazione pubblica, previsti nella legge di stabilità 2015, è ancora sotto esame. Abbiamo ricevuto una richiesta per introdurre una misura speciale per l’amministrazione pubblica che pagherebbe l’Iva in modo separato invece che direttamente al fornitore. Questa richiesta è ancora sotto analisi della Commissione”.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.