Istituti religiosi, l’avvertimento del Prefetto Gabrielli sui migranti: “Non solo business del Giubileo. O requisisco gli immobili”

Istituti religiosi, l’avvertimento del Prefetto Gabrielli sui migranti: “Non solo business del Giubileo. O requisisco gli immobili”

“Ieri sera i miei colleghi mi hanno riferito l’esito di alcuni incontri in cui, fra l’altro, alcuni istituti religiosi hanno fatto marcia indietro sull’accoglienza dei migranti perché vedono nel Giubileo maggiori possibilità di business. Mi è crollato il mondo addosso. Ho detto di riferire a questi signori che di business ne faranno poco perché gli requisisco l’immobile. O facciamo uno sforzo di comprensione del mondo che abbiamo intorno o facciamo poca strada”. Parole durissime quelle del Prefetto di Roma Franco Gabrielli, nel corso di un incontro pubblico a Roma, e che la dicono lunga sullo stato dell’accoglienza dei profughi nella Capitale e nella giornata delle polemiche sull’ospitalità, la Santa sede pensa ai pellegrini che giungeranno a Roma per il Giubileo e viene anche presentato il logo “Misericordiosi come il padre”, che farà da cornice, da apripista, all’evento. Poi su quanti arriveranno nella Capitale, pellegrini e non profughi, naturalmente, c’è ottimismo ed a spiegarlo è Monsignor Fisichella, che martedì ha illustrato il calendario delle Celebrazioni del Giubileo Straordinario: “Le previsioni sul numero di pellegrini che verranno a Roma sono sempre molto difficili da fare. Certamente un Giubileo resta un evento straordinario nella vita della Chiesa e quindi è fortemente sentito dai cristiani. A questo va aggiunto che c’è un Papa amato tantissimo dal nostro popolo che quindi attira molti fedeli, i quali non vogliono solo sentirlo vicino ma anche toccarlo, vederlo. Penso quindi che il Giubileo sarà un evento di popolo”. Polemiche a parte, l’Anno Santo della Misericordia, sarà un evento globale e che vedrà coinvolti tutti: dai carcerati, ai catechisti, ai sacerdoti. Ma vediamolo nel dettaglio: il Giubileo straordinario della Misericordia prenderà il via martedì 8 dicembre 2015, solennità dell’Immacolata Concezione, con l’apertura della Porta Santa della Basilica di San Pietro. Domenica 13 dicembre 2015 (III domenica di Avvento) ci sarà l’apertura della Porta Santa della Basilica di San Giovanni in Laterano e nelle Cattedrali del Mondo. Venerdì 1 gennaio 2016 – Solennità di Maria Santissima Madre di Dio – in occasione della Giornata mondiale per la pace, avverrà l’apertura della Porta Santa della Basilica di Santa Maria Maggiore. Da martedì 19 gennaio a giovedì 21 gennaio 2016 il Giubileo sarà dedicato agli operatori dei Santuari e lunedì 25 gennaio 2016 – Festa della Conversione di San Paolo – ci sarà l’apertura della Porta Santa della Basilica di San Paolo fuori le mura. Nel mese di febbraio saranno tre gli eventi in calendario a partire da martedì 2 febbraio 2016 – Festa della Presentazione del Signore e Giornata della Via Consacrata – in cui si terrà il Giubileo della Vita Consacrata e chiusura dell’Anno della Vita. Mercoledì 10 febbraio 2016 – Mercoledì delle Ceneri – ci sarà l’invio dei missionari della Misericordia nella Basilica di San Pietro mentre 22 febbraio 2016 – Cattedra di San Pietro – sarà il Giubileo della Curia Romana. A marzo, invece, venerdì 4 e sabato 5 marzo 2016 “24 ore per il Signore” con celebrazione penitenziale a San Pietro nel pomeriggio di venerdì 4 marzo. Domenica 20 marzo 2016 – Domenica delle Palme – a Roma la Giornata diocesana dei Giovani. Domenica 3 aprile – Domenica della Divina Misericordia – sarà il Giubileo per quanti aderiscono alla spiritualità della Divina Misericordia e domenica 24 aprile – V Domenica di Pasqua – Giubileo dei ragazzi e delle ragazze (13-16 anni). A maggio 2016, domenica 29, Corpus Domini in Italia, sarà il Giubileo dei diaconi. Venerdì 3 giugno – Solennità del Sacratissimo Cuore di Gesù – Giubileo dei sacerdoti mentre domenica 12 giugno, XI Domenica del Tempo Ordinario, Giubileo degli ammalati e delle persone disabili. Da martedì 26 luglio a domenica 31 luglio Giubileo dei Giovani. Domenica 4 settembre – Memoria della Beata Teresa di Calcutta – sarà il Giubileo degli operatori e dei volontari della misericordia. Domenica 25 settembre Giubileo dei catechisti. A ottobre un evento in calendario: sabato 8 e domenica 9 Giubileo mariano. E, infine, a novembre quattro appuntamenti. Martedì 1 novembre – Solennità di Tutti i Santi – Santa messa del Santo Padre in memoria dei fedeli defunti, domenica 6 novembre Giubileo dei carcerati in San Pietro, domenica 13 novembre la chiusura della Porta Santa nelle Basiliche di Roma e nelle Diocesi. E, infine, il 20 novembre si concluderà il Giubileo straordinario con la chiusura della Porta Santa a San Pietro e auguriamoci, per chiudere ogni polemica, che gli Istituti religiosi, senza incorrere nel rischio requisizione annunciato da Gabrielli, si mettano a disposizione, non solo per i pellegrini, ma anche per i migranti, sarebbe un ottimo segnale nell’anno del Giubileo della Misericordia.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.