Il Califfato conquista Palmira. Fuga biblica per sfuggire agli uomini in nero dell’Isis

Il Califfato conquista Palmira. Fuga biblica per sfuggire agli uomini in nero dell’Isis

Quello che non doveva accadere, purtroppo, si sta materializzando: i criminali jihadisti dello Stato islamico (Isis) avrebbero conquistato il centro della città di Palmira, nella Siria centrale, che è a qualche decina di chilometri delle rovine archeologiche inserite nella lista del patrimonio mondiale dell’Unesco. La notizia è stata confermata da tutte le fonti d’informazione locali, parlando di una fuga di civili biblica dalla città. Sarebbe stato evacuato anche l’ospedale. Decine di pazienti, ma anche vittime di questa vergognosa guerra, sono in fuga per sfuggire alla follia degli uomini del ‘califfato’, che immediatamente dopo l’evacuazione avrebbero preso possesso, oltre che dell’ospedale, anche del carcere di Palmira. Intensi combattimenti si registrano in molte parti della città, dove le forze lealiste stanno opponendo una strenua resistenza. Al Jazeera, presente in quello scacchiere con i suoi inviati, conferma la penetrazione degli uomini in nero nella città e conferma anche la fuga di massa di civili, poliziotti e militari. Oltre che alla fuga della popolazione, da registrare anche il trasferimento di centinaia di statue, reperti e pezzi dello straordinario patrimonio culturale e monumentale di questa città simbolo della Roma imperiale, in zone di sicurezza, operazione scattata poche ore prima dello sfondamento dell’Isis. Smentite, dunque, le previsioni ottimistiche del Dipartimento della Difesa americano, che pochi giorni fa parlavano di inversione del conflitto, a favore della coalizione anti-Isis. Quello che accade mercoledì sera, sembra una doccia gelata sul futuro di questa parte di mondo.

Share

Leave a Reply