Canale di Sicilia, nuova strage. Recuperati decine di corpi senza vita di migranti

Canale di Sicilia, nuova strage. Recuperati decine di corpi senza vita di migranti

Canale di Sicilia, nuova strage. Recuperati decine di corpi senza vita di migranti

 

Non si arresta la lunga scia di morti nel Canale di Sicilia. Sarebbero almeno una decina i corpi senza vita recuperati al largo delle coste libiche e l’emergenza, nella notte che è appena iniziata, è solo all’inizio, visto che i barconi che avrebbero chiesto l’intervento dei soccorsi, sarebbero almeno 16. Sullo scacchiere dell’emergenza i mezzi della Capitaneria di Porto, della Marina militare e imbarcazioni civili. I primi tre morti sono stati recuperati dal mercantile ‘Prince 1’: i migranti, probabilmente morti per gli stenti della traversata, erano a bordo di un gommone con 105 persone soccorso 45 miglia a nord est di Tripoli. Altri 4 cadaveri erano invece a bordo di un altro gommone con 73 migranti, soccorso dal mercantile Zeran a 35 miglia a nord est di Tripoli. Sul gommone c’erano anche altri due migranti le cui condizioni sono gravissime: al momento i soccorritori stanno tentando di rianimarli. Altri 3 migranti, infine, sono morti lanciandosi dal gommone su cui stavano viaggiando nel tentativo di raggiungere il ‘Med 8’, un rimorchiatore che si stava avvicinando per i soccorsi. Il gommone, con 80 persone a bordo, è stato intercettato a 35 miglia a nord di Zhuwara. Quando hanno visto i soccorsi, 3 migranti si sono buttati in acqua ma non ce l’hanno fatto e i loro cadaveri sono stati recuperati dall’equipaggio.

Share

Leave a Reply