‘Mondo di Mezzo’, sequestrato un nuovo ‘tesoretto’ all’imprenditore Guarnera

‘Mondo di Mezzo’, sequestrato  un nuovo ‘tesoretto’ all’imprenditore Guarnera
Un nuovo sequestro di beni riconducibili all’imprenditore Cristiano Guarnera è stato eseguito dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma insieme al Ros nell’ambito dell’inchiesta “Mondo di mezzo”. Si tratta di 93 tra immobili e terreni, per un valore di oltre 13 milioni di euro euro, che segue il sequestro operato allo stesso imprenditore nella giornata di venerdì che ammonta ad oltre 100 milioni di euro tra beni, mobili ed immobili, oltre che conti bancari e disponibilità finanziarie. A scoprire il nuovo “tesoretto” il G.I.C.O. del Nucleo di Polizia Tributaria di Roma, nelle “pieghe” della contabilità della società Edilizia Piera S.r.l., rappresentata dal nonno di Guarnera, Angelo, di 90 anni, e le cui quote sono intestate a Cristiano Guarnera ed alla nonna Maria Piera Verducci, moglie di Angelo.
Tali immobili, a prima vista, non risultavano riconducibili alla predetta società, in quanto le relative trascrizioni nei pubblici registri immobiliari erano state effettuate con una ragione sociale leggermente difforme e senza l’indicazione della Partita Iva della Edilizia Piera S.r.l.. Il numero degli immobili e dei terreni riconducibili a Cristiano Guarnera sequestrati dalle Fiamme Gialle per effetto dei provvedimenti emessi dal Tribunale di Roma – Sezione Misure di Prevenzione, a seguito di richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Roma, sale così a 274, per un valore complessivo stimato in oltre 113 milioni di euro.
Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.