Bimbo affogato dalla madre, il corpo recuperato in Francia

Bimbo affogato dalla madre, il corpo recuperato in Francia

Il corpo del bambino affogato dalla madre nel mare di Bordighera è stato recuperato in Francia, a St.Tropez, in Costa Azzurra. La madre aveva confessato il delitto descrivendo, con dovizia di particolari alle autorità italiane, come aveva consumato l’infanticidio. La donna, una cittadina tedesca che soggiornava a Bordighera, lo aveva portato in mare al largo per poi abbandonarlo al suo terribile destino. Il corpicino trovato in Costa Azzurra, corrisponde alle descrizioni della madre, oltre che per l’età, 10 mesi, anche per gli abitini che indossava, prima di essere lasciato nello specchio di mare di Bussana. Natalia Sotnikova, questo il nome della donna, reo confessa e arrestata poco dopo il delitto a seguito delle sue dichiarazioni, è in carcere  a Genova Pontedecimo, con l’accusa, che ora sembra essere definitiva con il rinvenimento del corpo, di omicidio volontario e occultamento di cadavere. Unica giustificazione per il gesto è legata al fatto che il bimbo avrebbe ereditato una malattia neurologica, che proprio nei giorni del soggiorno a Bordighera, si sarebbe manifestata in tutta la sua gravità.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.