La Cgil rompe gli indugi, il 5 dicembre sarà sciopero generale

La Cgil rompe gli indugi, il 5 dicembre sarà sciopero generale

La segreteria generale della Cgil ha proposto al direttivo nazionale otto ore di sciopero generale per il 5 dicembre con manifestazioni a livello territoriale contro la Legge di Stabilità e il Jobs Act. Ad annunciarlo il segretario Susanna Camusso. La leader della Cgil spera anche in una adesione unitaria, con il coinvolgimento di Cisl e Uil, che però hanno già fatto sapere di non essere interessate ad una mobilitazione di questo genere. “La proposta che facciamo al direttivo – ha puntualizzato Camusso – parte dalla valutazione della grande mobilitazione del 25 ottobre e da quella dell’8 novembre (unitaria del pubblico impiego, ndr), dalle richieste venute da quelle piazze, dalla volontà che abbiamo di salvaguardare tutti i punti di iniziativa unitaria, a partire dallo sciopero deciso per la scuola. La Cgil lancia l’appello agli altri sindacati per convergere sulla data del 5 dicembre per lo sciopero generale. La proposta che facciamo a Cisl e Uil – ha detto ancora la Camusso – è di convergere tutti su quella data. Credo sia interesse e responsabilità di tutti ascoltare le piazze e le iniziative che ci sono”. Camusso ha poi espresso soddisfazione per la convocazione ricevuta da Palazzo Chigi per il prossimo 17 di novembre, anche se esprime serie perplessità su una rivisitazione della Legge di Stabilità. “Siamo sempre pronti – ha dichiarato sarcastica la Camusso – a farci stupire da effetti speciali ma dubito che il Governo si stia accingendo a decidere un cambiamento strutturale della legge di stabilità per questo penso che dovremo continuare la nostra mobilitazione”.. Rafforziamo le iniziative di mobilitazione unitaria ma diamogli una caratteristica generale”. La mobilitazione sarà di 8 ore, come detto, e non avrà una manifestazione unica, ma solo iniziative territoriali, con particolare attenzione per le regioni che sono state investite dal maltempo. In questi casi, lo sciopero verrà modulato sulla base della situazione ed evitando danni alla cittadinanza.

Share

Leave a Reply