Contratto bancari, rotte le trattative: pregiudiziali inaccettabili da parte dell’Abi

Contratto bancari, rotte le trattative: pregiudiziali inaccettabili da parte dell’Abi

Si è concluso l’incontro con Abi e sindacati dei lavoratori delle banche che hanno deciso la rottura  della trattativa per il rinnovo del contratto nazionale, in quanto la stessa Abi non ha ritirato le pregiudiziali che hanno accompagnato tutta la trattativa cui i sindacati sono decisi a non assistere passivamente. Pregiudiziali che si configurano come un attacco alla contrattazione nazionale. In particolare i banchieri puntano ad avere via libera nelle esternalizzazioni, ritengono “imprescindibili” fra gli altri il blocco degli scatti,  degli automatismi, interventi sul Tfr, una ulteriore sterilizzazione del salario, la compressione dei livelli di inquadramenti. Proprio mentre arriva la notizia della rottura delle trattative per il rinnovo del contratto nazionale Abi, i lavoratori del credito stavano dando vita ad una manifestazione a a Piazza Affari a Milano.

Share

Leave a Reply