Venerdì di scioperi in tutta Italia

Venerdì di scioperi in tutta Italia

Venerdì da dimenticare per i trasporti locali e nazionali. Bus, metro, ferrovie e tram sono ad alto rischio in tutta Italia a causa dello sciopero generale proclamato dall’Unione dei sindacati di base per protestare contro il Jobs Act, le modifiche all’articolo 18 alla voce licenziamenti e la legge di Stabilità del governo. Disagi anche sul fronte dei voli: a Roma la compagnia aerea spagnola Vueling, e solo questa, ha cancellato 25 dei 38 voli in partenza e 24 di quelli in arrivo a Fiumicino in conseguenza delle agitazioni. A Roma i lavoratori di Atac, Roma Tpl e Roma servizi si sono fermati alle 8.30 e non ripartiranno fino alle 17 per garantire le abituali fasce di garanzie fino alle ore 20, quando riprenderanno la propria protesta. Un corteo partirà da piazza dell’Esquilino fino a Santi Apostoli. Le metro sono attive, anche se potrebbero esserci delle riduzioni di corse, mentre gli ascensori e scale mobili sono stati disattivati per la mancanza dei vigilanti. A Milano, invece, tutto fermo dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio, con gravi disagi per i pendolari soprattutto a causa del servizio in superficie, nonostante la mobilità non abbia registrato un blocco totale. A Firenze, invece, una manifestazione si è mossa da Santa Maria Novella dietro lo striscione “Licenziare Renzi, difendere il lavoro”. Qui, lo sciopero è stato dichiarato per tutti i settori, sia della sfera pubblica che di quella privata. A Bologna, la folla ha innalzato un fantoccio con la faccia di Renzi e la scritta “scemo”.

Share

Leave a Reply