Roma e hinterland al voto

Roma e hinterland al voto
Urne aperte da questa mattina a Palazzo Valentini per la prima elezione del Consiglio del nuovo ente che sostituirà la Provincia di Roma, ovvero la Città Metropolitana. Sono 121 le amministrazione comunali che avranno diritto al voto, ma non si tratterà di comuni cittadini, ma di grandi elettori, ovvero di sindaci e consiglieri comunali che rappresentano le realtà locali del bacino rappresentativo di Roma e del suo hinterland. Il corpo elettorale è fissato a  1.685 elettori tra sindaci e consiglieri comunali. Il Consiglio metropolitano di Roma Capitale sarà composto da 24 consiglieri. Sono eleggibili a consigliere metropolitano i sindaci e i consiglieri comunali in carica. Le operazioni di voto si svolgeranno solo nella giornata festiva e sino alle 20. Sono sei le forze politiche in lizza: Partito democratico; Forza Italia; Movimento 5 stelle; Dalle Città uguaglianza e libertà; Territorio e Partecipazione; Nuovo Centrodestra (NCD). Ma vediamo nel dettaglio le Liste e i nomi che dovranno ricevere i consensi necessari a ricostruire, temporaneamente, l’Assise della vecchia ed or mai quasi cancellata, Provincie di Roma.
Ventiquattro i candidati del Pd, che compongono la lista 1: Michela Califano, Svetlana Celli, Daniela Dominici, Romina Luciani, Francesca Morelli, Anna Maria Perinelli, Maria Stella Ziantoni, Mauro Alessandri, Federico Ascani, Pasquale Boccia, Massimiliano Borelli, Nicola Burrini, Alessio Chiavetta, Mirko Coratti, Orlando Corsetti, Roberto Leoni, Dario Nanni, Marco Palumbo, Giovanni Paris, Pierpaolo Pedetti, Fulvio Proietti, Fausto Servadio, Danilo Sordi, Antonio Stampete. Ventiquattro i candidati della lista 2, di Forza Italia: Giovanni Basili, Mario Cacciotti, Michelino Conti, Ignazio Cozzoli, Ilaria De Santis, Claudio Dell’Uomo, Lucia D’Offizi, Carlo Eufemi, Mario Galli, Massimiliano Giordani, Luigi Lupo, Chiara Napoleoni, Edy Palazzi, Andrea Proietti, Valentino Prosseda, Marco Rolloni, Dario Rossin, Eligio Rubeis, Giovanni Scarabotti, Giovanni Sirini, Maurizio Spacagno, Stefano Spaziani, Giulio Verdirosi, Andrea Volpi. Sono dodici invece i candidati che compongono la lista 3, del M5S: Angelo Capobianco, Marilena Checchi, Daniele De Sisti, Emanuele Dessì, Marcello De Vito, Andrea Galati, Matteo Manunta, Dario Menditto, Federica Mercanti, Valerio Novelli, Antonio Pucci, Enrico Stefano. Tredici i nomi, uno in più rispetto ai 5 Stelle, della lista 4, presentata da Sel, ‘Uguaglianza e Libertà’: Maria Gemma Azuni, Guglielmo Abbondati, Simone Antonelli, Marta Ceccarelli, Roberto Del Ciello, Giandomenico Pelliccia, Stefano Pennacchi, Angelo Petrillo, Carmine Proietti, Massimiliano Pulcini, Giuseppe Salinetti, Salvatore Tedone, Paola Verticelli. Identico il numero della lista 5, presentata da Fdi-An, ‘Territorio e partecipazione: Fabrizio Ghera, Marco Silvestroni, Fabio Fiorillo, Maria Ceccucci, Giovanni Colanera, Vincenzo Correggia, Roberto Ferracci, Domenico Marchetti, Angela Mattoni, Andrea Mecozzi, Alessandro Messa, Alessandro Pizzicannella, Gianni Battisti. La lista 6 di Ncd è composta invece da dodici candidati: Marco De Carolis, Alessia Flamini, Danilo Fontana, Mario Gatta, Massimiliano Mastracci, Fabio Pochesci, Marco Pomarici, Alessandro Priori, Angelo Stefani, Antonio Bruzzano, Attilio Cornacchia, Ubaldo D’Alessio. Si tratta di una elezione di secondo livello, ovvero di un sistema nuovo che non prevede il coinvolgimento della cittadinanza, ma solo degli apparati di partito.
Share

Leave a Reply