Muore Sata, Zambia in lutto

Muore Sata, Zambia in lutto

Si è spento a Londra il leader dello Zambia, Michael Sata. Ricoverato da giorni nella capitale inglese per una malattia che non è stata ancora resa nota, ‘King Cobra’ -come era soprannominato- era in carica dal 2011 ed era noto soprattutto per la sua dura politica nei confronti degli investitori stranieri, in special modo orientali, accusati di sfruttare senza alcun rispetto le ricche miniere del Paese africano. In attesa delle mosse future, il Capo fortemente nazionalista lascerà l’incarico al suo vice, Guy Scott, protagonista incolpevole di un momento storico ricco di significato: dopo 20 anni, cioè dalla presidenza di De Klerk in Sudafrica, tornerà ad esserci un Presidente bianco in Africa. Sarà un fatto quasi estemporaneo però, in quanto la Costituzione dello Zambia non prevede un leader che non abbia radici tribali e il buon Scott, nonostante nato in quei luoghi, è di origine inglese: così entro 90 giorni si aspettano le nuove elezioni. Sata da mesi era sparito dagli occhi del pubblico, rinunciando anche a parlare davanti all’ONU, proprio per curare la malattia che lo ha stroncato invece a 77 anni.

Share

Leave a Reply