Ministro della cultura francese: “Da due anni non leggo un libro”

Ministro della cultura francese: “Da due anni non leggo un libro”

Patrick Modiano, chi? Bisogna essere onesti, quanti hanno pensato così dopo aver letto la notizia del Premio nobel per la letteratura vinto dallo scrittore francese a discapito del più noto Haruki Murakami, in odore di vittoria da quattro anni? Magari, qualcuno invece lo conosceva già prima dell’ambito riconoscimento ma tanto per sentito dire, senza aver mai letto una sua opera. Quest’ultimo è più o meno il caso non di una persona qualunque, ma del ministro della cultura francese, Fleur Pellerin, la quale ha dichiarato di non leggere un libro da circa due anni e di non averne mai letto uno di Modiano: “Ammetto senza problemi che da due anni non ho tempo di leggere – ha confessato alla tv privata Canal Plus – Leggo note di lavoro, lanci d’agenzia, testi di legge e poco altro”. La polemica tra gli intellettuali, ovviamente, si è scatenata, anche perché la Pellerin, incalzata, non ha saputo citare nemmeno un libro del “Proust dei nostri tempi”. Viene spontaneo chiedersi: di cosa ha parlato la ministra nel recente pranzo consumato proprio con Modiano? E pensare che ha dichiarato: “Il giorno della premiazione è stato un giorno felice per la letteratura francese. Mancava solo quest’ultima consacrazione a Patrick Modiano.” Già, mancava solo quest’ultima consacrazione.

Tahar Ben Jelloun, scrittore e membro della giuria del premio letterario Goncourt non ha usato mezzi termini: “è vergognoso. Non è possibile che non sappia citare un solo libro di Modiano. Ma d’altronde viviamo in un mondo in cui la cultura è calpestata.” Dal canto suo, la ministra 41enne è un’esperta di economia e culture digitali, che rappresentano sicuramente l’avanguardia e la scommessa culturale più importante del panorama internazionale. Per questo altri intellettuali, invece, non hanno condannato la ministra, sostenendo che una buona direzione del ministero della Cultura non passa esclusivamente attraverso la lettura di Modiano. Sì, certo, siamo d’accordo, ma il problema fosse solo Modiano.

Share

Leave a Reply