Milano, strangola la fidanzata e racconta tutto a un amico

Milano, strangola la fidanzata e racconta tutto a un amico

Ennesimo caso di femminicidio tra le mura domestiche. Nella serata di ieri, alle ore 21 circa, in una zona centrale di Milano un uomo di 42 anni ha strangolato la fidanzata con un elastico da portapacchi per motivi passionali, almeno secondo una prima ricostruzione dei fatti. La donna aveva già subito altre violenze dal fidanzato, e circa due mesi fa era stata salvata dall’intervento di alcuni vicini e dall’arrivo di una volta che aveva fermato l’uomo. Ieri, purtroppo, non è riuscita a salvarsi dalla furia del 42enne, che dopo averla strangolata è sceso al piano inferiore del palazzo, per avvertire i genitori di controllare come si sentisse la donna, e poi si è allontanato, andando in piazza Sant’Ambrogio, dove ha ricevute due telefonate: la prima dalla madre, che lo ha avvisato della morte della fidanzata; la seconda da un amico, cui ha confessato la lite e la morte della donna, precisando che lui non se ne era accorto. L’amico, sconvolto dal racconto, ha avvertito la polizia che lo ha raggiunto e arrestato. Il 42enne ha confessato di essere il responsabile dello strangolamento e ha aggiunto che la donna non fosse ancora morta quando si è allontanato dal palazzo.

Share

Leave a Reply