Metro C al palo, resta il disco rosso

Metro C al palo, resta il disco rosso
Il Mit con concede il nulla osta. Marino non ha ancora una data certa per la partenza. 
Malgrado l’impegno delle ultime ore che anticipavano l’avvio della nuova tratta metropolitana Centocelle-Pantano Borghese, il Sindaco di Roma, Ignazio Marino, dovrà farsene una ragione, quella tratta, fondamentale per decongestionare il traffico nella zona est della Capitale, non partirà. Tutto rinviato a data da destinarsi. Il Mit (Ministero delle infrastrutture e dei trasporti) ha infatti negato il nulla osta. Troppe le cose ancora da fare e molte di queste assolutamente importanti per garantire la tutela di passeggeri e personale. Oltre all’analisi della nuova documentazione fornita dal gestore della rete, serviranno ulteriori verifiche. “Occorrerà alla Commissione sicurezza – si legge in un verbale del Mit inviato a Roma Capitale e Regione Lazio – procedere sia alla verifica della documentazione prodotta il 9 ottobre scorso da ‘Roma Metropolitane’ (stazione appaltante del Comune di Roma) che ad ulteriori verifiche e prove in ‘campo’ conseguenti ad accertare il superamento delle problematiche e delle anomalie riscontrate”. E pensare che tutto doveva essere più semplice. L’annuncio dell’apertura era stato dato dall’amministrazione Marino, in tempi lontani e a più riprese. Possibile che solo a poche ore della fissata inaugurazione ci si sia accorti dei problemi? E se la colpa non è dell’Amministrazione in carica a chi va addebitata? Quello che purtroppo è certo è che una infrastruttura che doveva dare risposte alla mobilità della cittadinanza, di fatto, non partirà ed ancor più grave, che alle 15 del giorno antecedente alla inaugurazione sospesa, non c’è neppure una settimana, un mese, un giorno, da inserire in agenda per la futura partenza dei convogli. Su questo e altro, Marino dovrà dare delle risposte.

 

Share

Leave a Reply