L’Ebola fa strage in Sierra Leone

L’Ebola fa strage in Sierra Leone

E’ strage in Sierra Leone. In un giorno, infatti, il virus Ebola ha ucciso 121 persone e ne ha contagiate quasi un centinaio. Si tratta di una escalation della diffusione della febbre emorragica tra le peggiori in assoluto dall’inizio della pandemia. I numeri sono stati raccolti e diffusi dall’Emergency Operations Center della Sierra Leone, mostrano che il numero totale di morti nel Paese è arrivato a quota 678, dai 557 del giorno prima. La diffusione del virus e soprattutto la sua aggressività preoccupa gli Stati Uniti e sull’emergenza, in queste ore si svolgerà un vertice al più alto livello. Saranno infatti coinvolti i massimi responsabili dei Center for Desease Control (Cdc), la massima autorità sanitaria statunitense, presente il presidente Barack Obama, e altri esperti e responsabili del settore. Intanto secondo i numeri dell’Organizzazione Mondiale della Sanita’ (Oms) il bilancio complessivo delle vittime di Ebola aggiornato alla scorsa settimana parla di 3.439 morti su un totale di 7.492 casi in Africa occidentale (compreso il caso registrato negli negli Stati Uniti). Il virus è comparso in Guinea a marzo, quindi si è diffuso in Liberia e in Sierra Leone. Mentre si sono registrati alcuni focolai considerati non allarmanti in Nigeria e Senegal. Oltre agli Stati Uniti, che hanno ancora un caso da risolvere, l’allerta resta alta anche in Europa. Da registrare il ricovero di un uomo a Dordrecht, in Olanda. Secondo i medici potrebbe aver contratto il virus proprio in uno dei Paesi più a rischio, la Sierra Leone, dove si era recato recentemente.

Share

Leave a Reply