Fatebenefratelli, abusi su paziente: arrestato infermiere

Fatebenefratelli, abusi su paziente: arrestato infermiere

Come nel film di Almodovar “Parla con lei”, tenta di violentare una paziente in stato di incoscienza. Così ieri sera, i Carabinieri hanno arrestato e messo ai domiciliari Armando Renzitelli, un infermiere 36enne dell’ospedale Fatebenefratelli all’Isola Tiberina. Il provvedimento è stato eseguito con l’accusa di violenza sessuale. I fatti risalgono al luglio scorso quando una turista 23enne è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale romano in stato di ebbrezza. Una volta ripresa la giovane si è accorta che l’infermiere la stava palpeggiando, approfittando del suo stato di salute. Da qui la denuncia. Il 36enne, già nel 2009, si era reso protagonista di un episodio analogo avvenuto sempre nell’ospedale, fatto per il quale era stato rinviato a giudizio. Secondo quanto denunciato dalla stessa giovane, l’infermiere l’avrebbe legata alla lettiga con dei cavi che si usano per la misurazione della pressione. Poi avrebbe iniziato a palpeggiarla. Al suo risveglio la ragazza, accortasi della violenza, ha chiesto aiuto ai familiari. Renzitelli, secondo quanto è emerso, nel 2013 si sarebbe candidato alla Camera con Forza Nuova alle elezioni del 2013.

Share

Leave a Reply