Ebola, rallenta l’epidemia in Africa

Ebola, rallenta l’epidemia in Africa

Secondo l’organizzazione mondiale della Sanità l’epidemia di Ebola sta rallentando la sua diffusione in Liberia, Guinea e Sierra Leone, ma i casi –che al momento sono 8.914- saliranno 9mila entro il prossimo fine settimana. I decessi, invece, sono saliti a 4.447, con un tasso di mortalità che sfiora il 70%. E’ di poche ore fa la notizia della morte, in Germania, di un dipendente delle Nazioni Unite ricoverato nella clinica Saint Georges di Lipsia, dopo aver contratto il virus in Liberia. L’uomo, un ufficiale medico di 56 anni, era di nazionalità sudanese ed era stato trasferito per ricevere le cure lo scorso 9 ottobre. Le sue condizioni erano state definite “altamente critiche” sin da subito.  Secondo l’ospedale non sussistono pericoli di infezione per altri pazienti e visitatori. Secondo l’Oms, il virus potrebbe arrivare ad infettare 10mila persone entro la fine dell’anno.  “Se non verrà intensificata la risposta all’epidemia entro 60 giorni sarà necessaria affrontare una spirale crescente di casi” ha detto il vicedirettore generale dell’Oms Bruce Aylward. “Nelle ultime quattro settimane si sono verificati circa mille nuovi casi alla settimana anche se questa cifra potrebbe essere maggiore considerando i casi solo probabili e non ancora confermati”.  Per invertire il corso dell’epidemia, l’Oms punta ad avere il 70% dei casi isolati entro dicembre. L’Oms ha aggiunto che nei paesi colpiti i casi potrebbero essere ben di più di quelli registrati ufficialmente. Per affrontare l’emergenza è prevista una riunione del Consiglio di sicurezza dell’Onu.

Share

Leave a Reply