Commercio clandestino, reperti messicani restituiti dai Carabinieri

Commercio clandestino, reperti messicani restituiti dai Carabinieri

I Carabinieri del nucleo “Tutela patrimonio culturale” di Monza hanno sequestrato 38 reperti archeologici messicani e 3 ecuadoriani, datati tra il IV secolo a.C. ed il XII d.C.

Avviata circa nove mesi fa nell’ambito dell’indagine sul commercio clandestino e coordinata dalla Procura della Repubblica di Monza, la confisca è avvenuta in una una casa d’aste di Milano. L’azione ha portato alla luce i beni, stimati 100mila euro, che stavano per essere venduti.

Dagli accertamenti i reperti erano stati introdotti in Italia negli anni ’70 da un milanese che aveva intrattenuto rapporti di lavoro con il sud America.

Il Generale B. Mariano Mossa, comandante del corpo dedicato alla tutela del patrimonio culturale, restituirà i 38 reperti archeologici messicani all’ambasciatore Miguel Ruiz-Cabañas Izquierdo  durante una cerimonia che si svolgerà oggi a Roma alle 18.00.

Share

Leave a Reply