Ariccia, sabato c’è la chitarra virtuosistica di Luigi Attademo

Ariccia, sabato c’è la chitarra virtuosistica di Luigi Attademo

Nel segno di Rossini: il virtuosismo nella chitarra dell’Ottocento.

Sabato 25 ottobre, alle ore 21, l’appuntamento è fissato con un virtuoso della chitarra, Luigi Attademo, per il secondo concerto del ciclo autunnale de “I Concerti dell’Accademia degli Sfaccendati” al Palazzo Chigi di Ariccia. Tra i migliori chitarristi italiani, Luigi Attademo presenterà al pubblico degli “Sfaccendati” un programma affascinante di grande impegno esecutivo che, nel segno di Rossini, sarà dedicato a musiche dell’epoca d’oro del repertorio per chitarra, ovvero ai primi decenni dell’Ottocento. Quattro gli autori in programma che risuoneranno dalla chitarra Gaetano Guadagnini del 1851: Mauro Giuliani, “Rossiniana n. 1, op. 119”, Fernando Sor, “Introduzione e Variazione sull’aria O cara armonia op. 9”, Luigi Legnani, “Otto capricci dall’op. 20” e Niccolò Paganini, noto soprattutto come straordinario violinista, ma anche straordinario conoscitore della chitarra, alla quale dedicò pagine memorabili come la splendida “Sonata in la maggiore” che avrà in Attademo un esecutore di grande caratura tecnica e sensibilità interpretativa.

“I Concerti dell’ Accademia degli Sfaccendati” presso il Palazzo Chigi di Ariccia si sono affermati nel panorama europeo delle rassegne musicali sia per la qualità artistica degli interpreti che per l’originalità e lo spessore culturale delle programmazioni. Il progetto, ideato e curato da Giacomo Fasola e Giovanna Manci per l’organizzazione della Coop Art di Roma con la collaborazione del Comune di Ariccia ed il contributo del Ministero Beni e Attività Culturali e della Regione Lazio, si propone di valorizzare un’importante tradizione culturale legata al territorio ma di respiro e rilevanza nazionale, quella dell’Accademia degli Sfaccendati fondata a Roma nel 1672 dai Chigi ed attiva nel palazzo nobiliare di Ariccia.

Share

Leave a Reply