Tre Valli Varesine: Albasini batte Colbrelli. Il Trittico va a Simone Ponzi

Tre Valli Varesine: Albasini batte Colbrelli. Il Trittico va a Simone Ponzi

Erano in tanti, prima della partenza, a voler far bene in questa Tre Valli Varesine, soprattutto quei corridori inseriti nella lista dei pre-convocati per il Mondiale e ancora insicuri di aver strappato un biglietto per Ponferrada. A spuntarla, però, è stato il forte corridore svizzero Michael Albasini (Orica GreenEdge), che in una volata a ranghi ristretti ha beffato Sonny Colbrelli (Bardiani Csf) e Filippo Pozzato (Lampre-Merida), autore anche ieri di una bella prestazione. Intervistato a fine corsa dai microfoni Rai, Albasini ha analizzato con lucidità la corsa: “Oggi (ieri ndr) il fondo stradale era molto pericoloso a causa della pioggia. Nel finale ci sono stati molti scatti, ho visto Pozzato alla mia ruota, ho avuto un po’ paura, ma fortunatamente ho ripreso Colbrelli negli ultimi metri di corsa. L’esperienza mi ha aiutato.” Per il secondo anno consecutivo, la classifica finale è stata vinta da Simone Ponzi (Neri-Alé), il corridore meglio piazzato nel computo delle tre corse in programma.

A 14 km, Gasparotto (Astana), Durasek e Pozzato della Lampre, Colbrelli, Zardini e Bongiorno della Bardiani, Rebellin (CCC Polsat), Albasini (Orica GreenEdge), Finetto (Neri-Alé) e Caruso (Cannondale) si sono lanciati nell’azione decisiva della corsa. A causa dell’asfalto viscido, nella stessa curva sono finiti in terra Gasparotto e Bongiorno, così come Vincenzo Nibali pochi secondi più tardi. Fortunatamente, nessuna conseguenza per loro. Colbrelli, galvanizzato dalla possibilità di volare a Ponferrada, si è dannato anima e corpo con grande generosità per riprendere Finetto, autore di uno scatto negli ultimi 500 m per anticipare la volata. Il giovane della Bardiani, però, ha pagato lo sforzo ed è stato sopravanzato negli ultimi metri da un fantastico Albasini, bravo a sfruttare la sua esperienza per ottenere l’ennesimo successo prestigioso della carriera.

Giacomo Pesci

Share

Leave a Reply